Recensioni per

di

Questa storia ha ottenuto recensioni.
Positive : 0
Neutre o critiche: (guarda)


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
[Precedente] 1 2 3 4 5 6 7 8 9 [Prossimo]
Recensore Master
03/04/18, ore 08:58
Cap. 1:

Allora, o il mio profilo s'è buggato, o questa storia è stata eliminata ed è un vero peccato perché stavo per recensirla... alle volte è quell'ora di pazienza che ci manca prima di compiere gesti avventati. Se invece è stata tolta perché l'autore s'è improvvisamente reso conto di averla cominciata in una botta di adrenalina ma non riesce per tempistiche o quant'altro a continuarla, allora sì, meglio risparmiare ai lettori una lettura interrotta, come spesso invece accade su questo sito.
Ribadisco.... forse è solo un bug.

Nuovo recensore
30/08/17, ore 14:28
Cap. 1:

Molyo ben strutturata, molto bella, sei bravissima a scriverr A presto

Nuovo recensore
08/08/17, ore 19:42
Cap. 1:

Ma ciaooo!!
Ho letto i capitoli tutti d'un fiato, per questo non ho commentato i capitoli precedenti... hehehehe '-_- Per farmi perdonare, in QUESTA recensione; recensirò anche gli altri capitoli. hehehe

(CAPITOLO 1)
OK, lo ammetto l'inizio è un po' deprimente (XD), ma non dico che sia brutto...
Ma poverinooooo!!!!!!! Lo ha FRIENDZONATO! XD XD XD XD
/pareri esteriori, non riguardanti la storia in sé\
L'inizio è molto interessante, anche se non invoglia molto a continuare a leggerla...
LA MIA E' SOLO UNA CRITICA POSITIVA

(CAPITOLO 2)
Un po' mi ha commosso la parte ove (ma che termini XD) le si trova sulla tomba dei genitori...
Ad un certo punto ho fatto un po' di fatica a distinguere i due scenari (divisione epoca Sen Goku-Epoca Moderna), diciamo solo che ho dovuto rileggere un paio di volte la transizione (che termini complicati... la devo smettere di bere latte la sera... hehehe) ma fa niente, si può sempre aggiustare no?
A volte mi stupisco della calma che hanno i personaggi appena usciti dal pozzo per la prima volta... Io sarei caduta nel panico più totale XD XD XD
*TOSSISCE* allora... stavamo dicendo...
Quel povero ragazzo vivrà per sempre nella FRIENDZONE più totale XD... NAH! Scherzo!!

(CAPITOLO 3)
Iniziamo bene! Sia per Chiara che per Inuki... A lei la rapiscono e lui rimarrà nella FRIENDZONE a vita... mi fa un pò di pena... (XD Ma non diciamo scemenze! Un tipo con quelle orecchie KAWAII che si ritrova non può vivere nella FRIENDZONE!!
Ed ecco un Inuki che fa il macho-man e salva Chiara, la nostra protagonista XDXD

***************************
FIùùùùùùùùù *si asciuga il sudore dalla fronte*
E anche questa è andata!

/PANORAMICA\
L'idea mi piace e spero che la continuerai a sviluppare.
Sotto l'aspetto grammaticale ti consiglio di correggere alcuni tempi verbali. Poooooiiii (Non ce la faccio più! NON HO MAI SCRITTO UNA RECENSIONE COSI' LUNGA! Sentiti onorato! *Lo ordina a mo' hitleriano* Sto sudandoooo!)
Poi come altra cosa, ti consiglio di lasciare (1) un pò più di spazio ai pensieri, alle sensazioni, alle azioni che effettuano i personaggi e a quello che gli succede intorno.

Per il resto tutto OK!
LEEGGI BENE QUELLO CHE TI STO PER DIIIREEEE *voce mezza spiritata*
LE MIE SONO SOLO 'CRITICHE' PER POTER MIGLIORARE LA TUA FAN FIC. NON LE PRENDERE PER UN RIMPROVERO... MI RACCOMANDO!


Adesso vi lascio qui, perché (1) ho la batteria del computer scarica e non ho la fiacca per prendere il caricabatteria, (2) tra un pò ceno e (3)... beh! non c'è un punto '3' perché per oggi il mio cervello ha già lavorato troppo, altrimenti fa 'PUFF' e non ci tengo che lo faccia, sai mi serve ancora...

Quindiiiii... aggiorna preso e...

Bye bye, Hitomi

Recensore Junior
26/07/17, ore 21:34
Cap. 1:

L’unica cosa che abbiamo qui è una descrizione affrettata di un atto sessuale che non ha niente di sentimentale. Ti ricordo che Belle non solo era vergine, ma – e non mi stancherò mai di ripetertelo – si è concessa ad un uomo che lei conosce da poche ore come se niente fosse. Lei non ha avuto alcun tipo di esitazione e mi domando come possa essere possibile. La Belle che conosciamo noi non avrebbe mai agito in questo modo, nemmeno in caso di perdita di memoria.

Recensore Junior
14/06/17, ore 11:28
Cap. 1:

Recensione alla storia Pokemon Kalos adventure PROMO - 30/05/16, ore 20:46Modifica
Cancella
Capitolo 1: Pokemon Kalos adventure PROMO[Modifica valutazione]  
I am simply thrilled.
A parte che l'idea di una flash-fic promozionale è proprio brutta, ma lasciamo stare quelli che sono dettagli, non c'è una e dico una cosa giusta in questa fan fic! Damn it! Cercherò di esporre i punti deboli con molta calma, anche se eviterò di spiegare tutto basandomi più che altro sull'essenziale, parlarti ad esempio dello show don't tell sarebbe inopportuno e inutile a questi livelli.
Partiamo dal narratore, un narratore interno in prima persona al presente. Geni del calibro di scrittore young adult x si sono cimentati in questa fallimentare narrazione, dovrebbe essere un motivo per evitare come la peste questo tipo di scrittura anche perché è molto più semplice parlare al passato, poiché ci sarebbero molte più implicazioni e ti verrebbero richiesti accorgimenti ai quali non sei nello stato di sopperire. Tagliamo quindi la testa al toro, what do we say to the god of death narratore in prima persona? Not today. A questo si allacciano le basi dell'ortografia, bellamente prese a pesci in faccia: a fine periodo va un punto, a inizio periodo la M A I U S C O L A. Damn it!
Ora passiamo ai dialogue tag, questi sconosciuti. Il dialogue tag non è il male, non sempre, ma bisogna saperlo usare. Se in un capitolo c'è un fitto botta e risposta, il dialogue tag magari non è la risposta ai nostri problemi, ma soprattutto, in caso lo fosse, non va mai messo a capo. Sempre dopo la frase, ad esempio:
« Quinn, no-one is going to pay us to eat carrot sticks » dialogue tag (dove specifichi o contestualizzi la frase)
« I mean, tell people what's wrong with their outfits » dialogue tag (dove specifichi o contestualizzi la frase dell'altro interlocutore)
« But, we do that all day for free. That's why everyone likes us » non più dialogue tag (perché, a meno che il discorso non cambi fortemente contesto, si tratta di un botta e risposta, e non ci vanno i dialogue tag!)
In caso ti interessasse, il discorso è preso da Daria.
Ora passiamo agli orrori sparsi per la ficcy. Un oceano di orrori. Prima di tutto, e siamo nel fandom Pokémon per cui it should ring a bell, scrivi i nomi dei Pokémon correttamente! Dammit! Dammit! Pigeotto, fino a prova contraria, non esiste. Esiste però Pidgeotto, suo parente prossimo: lui è la risposta alle tue paturnie d'animo. Ma non si ferma qua, does it, neanche il nome Pokémon è scritto con l'accento acuto! Com'è possibile? È oltre la mia comprensione. E nemmeno il povero qual è viene risparmiato, venendo investito di un pesante fardello: l'apostrofo. Non c'è nulla da elidere, non serve l'apostrofo! È pleonastico, nell'accezione negativa del termine, evita.
Ma addentriamoci in questa selva oscura, nel magico universo dei verbi: "porgie" neanche se vuoi esiste. Porge sì. Porgie no. Analogamente per "poù": l'Indicativo Creativo non esiste. 
In conclusione, permettimi delle considerazioni a livello di senso. Sono cosciente del fatto che è più di quanto volessi impelagarmi, ma non posso non spenderci due parole. Prima di tutto, la lettera di Blue. Per Red o chi per lui, lei è in pericolo, ma se fosse veramente in pericolo perché dovrebbe perdere tempo a scrivere come una quindicenne cogliona? Non c'è nessun motivo! Non puoi dire che lei sia agitata o in pericolo quando le fai scrivere "ahaha, ovviamente scherzo, come puoi dimenticarti di me, Blue la tua cara amica <3"! Se io fossi in pericolo non mi metterei mai a scrivere ste frasi idiote, ma cercherei far trasparire il concetto che, appunto, sono in pericolo. Cosa che qua non accade! Perché? Perché? Damn it!
"la grafia era abbastanza disordinata seppur si poù notare la grafia ordinata della ragazza". Cosa. Cazzo. Significa. Nulla, ci ero arrivato anche io, ma è talmente assurda che non potevo non spenderci due parole. Se prima dici che era disordinata, perché poi dopo perdi tempo a dire che era ordinata? È disordinata od ordinata? Non può essere entrambi, è per questo che si chiamano "contrari", perché uno significa l'opposto dell'altro. 
Penso di aver finito quanto avevo da dire.
Ciao!

herr

Recensione alla storia Pokemon Kalos adventure PROMO - 30/05/16, ore 20:46Modifica
Cancella
Capitolo 1: Pokemon Kalos adventure PROMO[Modifica valutazione]  
I am simply thrilled.
A parte che l'idea di una flash-fic promozionale è proprio brutta, ma lasciamo stare quelli che sono dettagli, non c'è una e dico una cosa giusta in questa fan fic! Damn it! Cercherò di esporre i punti deboli con molta calma, anche se eviterò di spiegare tutto basandomi più che altro sull'essenziale, parlarti ad esempio dello show don't tell sarebbe inopportuno e inutile a questi livelli.
Partiamo dal narratore, un narratore interno in prima persona al presente. Geni del calibro di scrittore young adult x si sono cimentati in questa fallimentare narrazione, dovrebbe essere un motivo per evitare come la peste questo tipo di scrittura anche perché è molto più semplice parlare al passato, poiché ci sarebbero molte più implicazioni e ti verrebbero richiesti accorgimenti ai quali non sei nello stato di sopperire. Tagliamo quindi la testa al toro, what do we say to the god of death narratore in prima persona? Not today. A questo si allacciano le basi dell'ortografia, bellamente prese a pesci in faccia: a fine periodo va un punto, a inizio periodo la M A I U S C O L A. Damn it!
Ora passiamo ai dialogue tag, questi sconosciuti. Il dialogue tag non è il male, non sempre, ma bisogna saperlo usare. Se in un capitolo c'è un fitto botta e risposta, il dialogue tag magari non è la risposta ai nostri problemi, ma soprattutto, in caso lo fosse, non va mai messo a capo. Sempre dopo la frase, ad esempio:
« Quinn, no-one is going to pay us to eat carrot sticks » dialogue tag (dove specifichi o contestualizzi la frase)
« I mean, tell people what's wrong with their outfits » dialogue tag (dove specifichi o contestualizzi la frase dell'altro interlocutore)
« But, we do that all day for free. That's why everyone likes us » non più dialogue tag (perché, a meno che il discorso non cambi fortemente contesto, si tratta di un botta e risposta, e non ci vanno i dialogue tag!)
In caso ti interessasse, il discorso è preso da Daria.
Ora passiamo agli orrori sparsi per la ficcy. Un oceano di orrori. Prima di tutto, e siamo nel fandom Pokémon per cui it should ring a bell, scrivi i nomi dei Pokémon correttamente! Dammit! Dammit! Pigeotto, fino a prova contraria, non esiste. Esiste però Pidgeotto, suo parente prossimo: lui è la risposta alle tue paturnie d'animo. Ma non si ferma qua, does it, neanche il nome Pokémon è scritto con l'accento acuto! Com'è possibile? È oltre la mia comprensione. E nemmeno il povero qual è viene risparmiato, venendo investito di un pesante fardello: l'apostrofo. Non c'è nulla da elidere, non serve l'apostrofo! È pleonastico, nell'accezione negativa del termine, evita.
Ma addentriamoci in questa selva oscura, nel magico universo dei verbi: "porgie" neanche se vuoi esiste. Porge sì. Porgie no. Analogamente per "poù": l'Indicativo Creativo non esiste. 
In conclusione, permettimi delle considerazioni a livello di senso. Sono cosciente del fatto che è più di quanto volessi impelagarmi, ma non posso non spenderci due parole. Prima di tutto, la lettera di Blue. Per Red o chi per lui, lei è in pericolo, ma se fosse veramente in pericolo perché dovrebbe perdere tempo a scrivere come una quindicenne cogliona? Non c'è nessun motivo! Non puoi dire che lei sia agitata o in pericolo quando le fai scrivere "ahaha, ovviamente scherzo, come puoi dimenticarti di me, Blue la tua cara amica <3"! Se io fossi in pericolo non mi metterei mai a scrivere ste frasi idiote, ma cercherei far trasparire il concetto che, appunto, sono in pericolo. Cosa che qua non accade! Perché? Perché? Damn it!
"la grafia era abbastanza disordinata seppur si poù notare la grafia ordinata della ragazza". Cosa. Cazzo. Significa. Nulla, ci ero arrivato anche io, ma è talmente assurda che non potevo non spenderci due parole. Se prima dici che era disordinata, perché poi dopo perdi tempo a dire che era ordinata? È disordinata od ordinata? Non può essere entrambi, è per questo che si chiamano "contrari", perché uno significa l'opposto dell'altro. 
Penso di aver finito quanto avevo da dire.
Ciao!

herr​

Recensione alla storia Pokemon Kalos adventure PROMO - 30/05/16, ore 20:46Modifica
Cancella
Capitolo 1: Pokemon Kalos adventure PROMO[Modifica valutazione]  
I am simply thrilled.
A parte che l'idea di una flash-fic promozionale è proprio brutta, ma lasciamo stare quelli che sono dettagli, non c'è una e dico una cosa giusta in questa fan fic! Damn it! Cercherò di esporre i punti deboli con molta calma, anche se eviterò di spiegare tutto basandomi più che altro sull'essenziale, parlarti ad esempio dello show don't tell sarebbe inopportuno e inutile a questi livelli.
Partiamo dal narratore, un narratore interno in prima persona al presente. Geni del calibro di scrittore young adult x si sono cimentati in questa fallimentare narrazione, dovrebbe essere un motivo per evitare come la peste questo tipo di scrittura anche perché è molto più semplice parlare al passato, poiché ci sarebbero molte più implicazioni e ti verrebbero richiesti accorgimenti ai quali non sei nello stato di sopperire. Tagliamo quindi la testa al toro, what do we say to the god of death narratore in prima persona? Not today. A questo si allacciano le basi dell'ortografia, bellamente prese a pesci in faccia: a fine periodo va un punto, a inizio periodo la M A I U S C O L A. Damn it!
Ora passiamo ai dialogue tag, questi sconosciuti. Il dialogue tag non è il male, non sempre, ma bisogna saperlo usare. Se in un capitolo c'è un fitto botta e risposta, il dialogue tag magari non è la risposta ai nostri problemi, ma soprattutto, in caso lo fosse, non va mai messo a capo. Sempre dopo la frase, ad esempio:
« Quinn, no-one is going to pay us to eat carrot sticks » dialogue tag (dove specifichi o contestualizzi la frase)
« I mean, tell people what's wrong with their outfits » dialogue tag (dove specifichi o contestualizzi la frase dell'altro interlocutore)
« But, we do that all day for free. That's why everyone likes us » non più dialogue tag (perché, a meno che il discorso non cambi fortemente contesto, si tratta di un botta e risposta, e non ci vanno i dialogue tag!)
In caso ti interessasse, il discorso è preso da Daria.
Ora passiamo agli orrori sparsi per la ficcy. Un oceano di orrori. Prima di tutto, e siamo nel fandom Pokémon per cui it should ring a bell, scrivi i nomi dei Pokémon correttamente! Dammit! Dammit! Pigeotto, fino a prova contraria, non esiste. Esiste però Pidgeotto, suo parente prossimo: lui è la risposta alle tue paturnie d'animo. Ma non si ferma qua, does it, neanche il nome Pokémon è scritto con l'accento acuto! Com'è possibile? È oltre la mia comprensione. E nemmeno il povero qual è viene risparmiato, venendo investito di un pesante fardello: l'apostrofo. Non c'è nulla da elidere, non serve l'apostrofo! È pleonastico, nell'accezione negativa del termine, evita.
Ma addentriamoci in questa selva oscura, nel magico universo dei verbi: "porgie" neanche se vuoi esiste. Porge sì. Porgie no. Analogamente per "poù": l'Indicativo Creativo non esiste. 
In conclusione, permettimi delle considerazioni a livello di senso. Sono cosciente del fatto che è più di quanto volessi impelagarmi, ma non posso non spenderci due parole. Prima di tutto, la lettera di Blue. Per Red o chi per lui, lei è in pericolo, ma se fosse veramente in pericolo perché dovrebbe perdere tempo a scrivere come una quindicenne cogliona? Non c'è nessun motivo! Non puoi dire che lei sia agitata o in pericolo quando le fai scrivere "ahaha, ovviamente scherzo, come puoi dimenticarti di me, Blue la tua cara amica <3"! Se io fossi in pericolo non mi metterei mai a scrivere ste frasi idiote, ma cercherei far trasparire il concetto che, appunto, sono in pericolo. Cosa che qua non accade! Perché? Perché? Damn it!
"la grafia era abbastanza disordinata seppur si poù notare la grafia ordinata della ragazza". Cosa. Cazzo. Significa. Nulla, ci ero arrivato anche io, ma è talmente assurda che non potevo non spenderci due parole. Se prima dici che era disordinata, perché poi dopo perdi tempo a dire che era ordinata? È disordinata od ordinata? Non può essere entrambi, è per questo che si chiamano "contrari", perché uno significa l'opposto dell'altro. 
Penso di aver finito quanto avevo da dire.
Ciao!

herr​

Recensione alla storia Pokemon Kalos adventure PROMO - 30/05/16, ore 20:46Modifica
Cancella
Capitolo 1: Pokemon Kalos adventure PROMO[Modifica valutazione]  
I am simply thrilled.
A parte che l'idea di una flash-fic promozionale è proprio brutta, ma lasciamo stare quelli che sono dettagli, non c'è una e dico una cosa giusta in questa fan fic! Damn it! Cercherò di esporre i punti deboli con molta calma, anche se eviterò di spiegare tutto basandomi più che altro sull'essenziale, parlarti ad esempio dello show don't tell sarebbe inopportuno e inutile a questi livelli.
Partiamo dal narratore, un narratore interno in prima persona al presente. Geni del calibro di scrittore young adult x si sono cimentati in questa fallimentare narrazione, dovrebbe essere un motivo per evitare come la peste questo tipo di scrittura anche perché è molto più semplice parlare al passato, poiché ci sarebbero molte più implicazioni e ti verrebbero richiesti accorgimenti ai quali non sei nello stato di sopperire. Tagliamo quindi la testa al toro, what do we say to the god of death narratore in prima persona? Not today. A questo si allacciano le basi dell'ortografia, bellamente prese a pesci in faccia: a fine periodo va un punto, a inizio periodo la M A I U S C O L A. Damn it!
Ora passiamo ai dialogue tag, questi sconosciuti. Il dialogue tag non è il male, non sempre, ma bisogna saperlo usare. Se in un capitolo c'è un fitto botta e risposta, il dialogue tag magari non è la risposta ai nostri problemi, ma soprattutto, in caso lo fosse, non va mai messo a capo. Sempre dopo la frase, ad esempio:
« Quinn, no-one is going to pay us to eat carrot sticks » dialogue tag (dove specifichi o contestualizzi la frase)
« I mean, tell people what's wrong with their outfits » dialogue tag (dove specifichi o contestualizzi la frase dell'altro interlocutore)
« But, we do that all day for free. That's why everyone likes us » non più dialogue tag (perché, a meno che il discorso non cambi fortemente contesto, si tratta di un botta e risposta, e non ci vanno i dialogue tag!)
In caso ti interessasse, il discorso è preso da Daria.
Ora passiamo agli orrori sparsi per la ficcy. Un oceano di orrori. Prima di tutto, e siamo nel fandom Pokémon per cui it should ring a bell, scrivi i nomi dei Pokémon correttamente! Dammit! Dammit! Pigeotto, fino a prova contraria, non esiste. Esiste però Pidgeotto, suo parente prossimo: lui è la risposta alle tue paturnie d'animo. Ma non si ferma qua, does it, neanche il nome Pokémon è scritto con l'accento acuto! Com'è possibile? È oltre la mia comprensione. E nemmeno il povero qual è viene risparmiato, venendo investito di un pesante fardello: l'apostrofo. Non c'è nulla da elidere, non serve l'apostrofo! È pleonastico, nell'accezione negativa del termine, evita.
Ma addentriamoci in questa selva oscura, nel magico universo dei verbi: "porgie" neanche se vuoi esiste. Porge sì. Porgie no. Analogamente per "poù": l'Indicativo Creativo non esiste. 
In conclusione, permettimi delle considerazioni a livello di senso. Sono cosciente del fatto che è più di quanto volessi impelagarmi, ma non posso non spenderci due parole. Prima di tutto, la lettera di Blue. Per Red o chi per lui, lei è in pericolo, ma se fosse veramente in pericolo perché dovrebbe perdere tempo a scrivere come una quindicenne cogliona? Non c'è nessun motivo! Non puoi dire che lei sia agitata o in pericolo quando le fai scrivere "ahaha, ovviamente scherzo, come puoi dimenticarti di me, Blue la tua cara amica <3"! Se io fossi in pericolo non mi metterei mai a scrivere ste frasi idiote, ma cercherei far trasparire il concetto che, appunto, sono in pericolo. Cosa che qua non accade! Perché? Perché? Damn it!
"la grafia era abbastanza disordinata seppur si poù notare la grafia ordinata della ragazza". Cosa. Cazzo. Significa. Nulla, ci ero arrivato anche io, ma è talmente assurda che non potevo non spenderci due parole. Se prima dici che era disordinata, perché poi dopo perdi tempo a dire che era ordinata? È disordinata od ordinata? Non può essere entrambi, è per questo che si chiamano "contrari", perché uno significa l'opposto dell'altro. 
Penso di aver finito quanto avevo da dire.
Ciao!

herr​

Recensione alla storia Pokemon Kalos adventure PROMO - 30/05/16, ore 20:46Modifica
Cancella
Capitolo 1: Pokemon Kalos adventure PROMO[Modifica valutazione]  
I am simply thrilled.
A parte che l'idea di una flash-fic promozionale è proprio brutta, ma lasciamo stare quelli che sono dettagli, non c'è una e dico una cosa giusta in questa fan fic! Damn it! Cercherò di esporre i punti deboli con molta calma, anche se eviterò di spiegare tutto basandomi più che altro sull'essenziale, parlarti ad esempio dello show don't tell sarebbe inopportuno e inutile a questi livelli.
Partiamo dal narratore, un narratore interno in prima persona al presente. Geni del calibro di scrittore young adult x si sono cimentati in questa fallimentare narrazione, dovrebbe essere un motivo per evitare come la peste questo tipo di scrittura anche perché è molto più semplice parlare al passato, poiché ci sarebbero molte più implicazioni e ti verrebbero richiesti accorgimenti ai quali non sei nello stato di sopperire. Tagliamo quindi la testa al toro, what do we say to the god of death narratore in prima persona? Not today. A questo si allacciano le basi dell'ortografia, bellamente prese a pesci in faccia: a fine periodo va un punto, a inizio periodo la M A I U S C O L A. Damn it!
Ora passiamo ai dialogue tag, questi sconosciuti. Il dialogue tag non è il male, non sempre, ma bisogna saperlo usare. Se in un capitolo c'è un fitto botta e risposta, il dialogue tag magari non è la risposta ai nostri problemi, ma soprattutto, in caso lo fosse, non va mai messo a capo. Sempre dopo la frase, ad esempio:
« Quinn, no-one is going to pay us to eat carrot sticks » dialogue tag (dove specifichi o contestualizzi la frase)
« I mean, tell people what's wrong with their outfits » dialogue tag (dove specifichi o contestualizzi la frase dell'altro interlocutore)
« But, we do that all day for free. That's why everyone likes us » non più dialogue tag (perché, a meno che il discorso non cambi fortemente contesto, si tratta di un botta e risposta, e non ci vanno i dialogue tag!)
In caso ti interessasse, il discorso è preso da Daria.
Ora passiamo agli orrori sparsi per la ficcy. Un oceano di orrori. Prima di tutto, e siamo nel fandom Pokémon per cui it should ring a bell, scrivi i nomi dei Pokémon correttamente! Dammit! Dammit! Pigeotto, fino a prova contraria, non esiste. Esiste però Pidgeotto, suo parente prossimo: lui è la risposta alle tue paturnie d'animo. Ma non si ferma qua, does it, neanche il nome Pokémon è scritto con l'accento acuto! Com'è possibile? È oltre la mia comprensione. E nemmeno il povero qual è viene risparmiato, venendo investito di un pesante fardello: l'apostrofo. Non c'è nulla da elidere, non serve l'apostrofo! È pleonastico, nell'accezione negativa del termine, evita.
Ma addentriamoci in questa selva oscura, nel magico universo dei verbi: "porgie" neanche se vuoi esiste. Porge sì. Porgie no. Analogamente per "poù": l'Indicativo Creativo non esiste. 
In conclusione, permettimi delle considerazioni a livello di senso. Sono cosciente del fatto che è più di quanto volessi impelagarmi, ma non posso non spenderci due parole. Prima di tutto, la lettera di Blue. Per Red o chi per lui, lei è in pericolo, ma se fosse veramente in pericolo perché dovrebbe perdere tempo a scrivere come una quindicenne cogliona? Non c'è nessun motivo! Non puoi dire che lei sia agitata o in pericolo quando le fai scrivere "ahaha, ovviamente scherzo, come puoi dimenticarti di me, Blue la tua cara amica <3"! Se io fossi in pericolo non mi metterei mai a scrivere ste frasi idiote, ma cercherei far trasparire il concetto che, appunto, sono in pericolo. Cosa che qua non accade! Perché? Perché? Damn it!
"la grafia era abbastanza disordinata seppur si poù notare la grafia ordinata della ragazza". Cosa. Cazzo. Significa. Nulla, ci ero arrivato anche io, ma è talmente assurda che non potevo non spenderci due parole. Se prima dici che era disordinata, perché poi dopo perdi tempo a dire che era ordinata? È disordinata od ordinata? Non può essere entrambi, è per questo che si chiamano "contrari", perché uno significa l'opposto dell'altro. 
Penso di aver finito quanto avevo da dire.
Ciao!

herr​

Recensione alla storia Pokemon Kalos adventure PROMO - 30/05/16, ore 20:46Modifica
Cancella
Capitolo 1: Pokemon Kalos adventure PROMO[Modifica valutazione]  
I am simply thrilled.
A parte che l'idea di una flash-fic promozionale è proprio brutta, ma lasciamo stare quelli che sono dettagli, non c'è una e dico una cosa giusta in questa fan fic! Damn it! Cercherò di esporre i punti deboli con molta calma, anche se eviterò di spiegare tutto basandomi più che altro sull'essenziale, parlarti ad esempio dello show don't tell sarebbe inopportuno e inutile a questi livelli.
Partiamo dal narratore, un narratore interno in prima persona al presente. Geni del calibro di scrittore young adult x si sono cimentati in questa fallimentare narrazione, dovrebbe essere un motivo per evitare come la peste questo tipo di scrittura anche perché è molto più semplice parlare al passato, poiché ci sarebbero molte più implicazioni e ti verrebbero richiesti accorgimenti ai quali non sei nello stato di sopperire. Tagliamo quindi la testa al toro, what do we say to the god of death narratore in prima persona? Not today. A questo si allacciano le basi dell'ortografia, bellamente prese a pesci in faccia: a fine periodo va un punto, a inizio periodo la M A I U S C O L A. Damn it!
Ora passiamo ai dialogue tag, questi sconosciuti. Il dialogue tag non è il male, non sempre, ma bisogna saperlo usare. Se in un capitolo c'è un fitto botta e risposta, il dialogue tag magari non è la risposta ai nostri problemi, ma soprattutto, in caso lo fosse, non va mai messo a capo. Sempre dopo la frase, ad esempio:
« Quinn, no-one is going to pay us to eat carrot sticks » dialogue tag (dove specifichi o contestualizzi la frase)
« I mean, tell people what's wrong with their outfits » dialogue tag (dove specifichi o contestualizzi la frase dell'altro interlocutore)
« But, we do that all day for free. That's why everyone likes us » non più dialogue tag (perché, a meno che il discorso non cambi fortemente contesto, si tratta di un botta e risposta, e non ci vanno i dialogue tag!)
In caso ti interessasse, il discorso è preso da Daria.
Ora passiamo agli orrori sparsi per la ficcy. Un oceano di orrori. Prima di tutto, e siamo nel fandom Pokémon per cui it should ring a bell, scrivi i nomi dei Pokémon correttamente! Dammit! Dammit! Pigeotto, fino a prova contraria, non esiste. Esiste però Pidgeotto, suo parente prossimo: lui è la risposta alle tue paturnie d'animo. Ma non si ferma qua, does it, neanche il nome Pokémon è scritto con l'accento acuto! Com'è possibile? È oltre la mia comprensione. E nemmeno il povero qual è viene risparmiato, venendo investito di un pesante fardello: l'apostrofo. Non c'è nulla da elidere, non serve l'apostrofo! È pleonastico, nell'accezione negativa del termine, evita.
Ma addentriamoci in questa selva oscura, nel magico universo dei verbi: "porgie" neanche se vuoi esiste. Porge sì. Porgie no. Analogamente per "poù": l'Indicativo Creativo non esiste. 
In conclusione, permettimi delle considerazioni a livello di senso. Sono cosciente del fatto che è più di quanto volessi impelagarmi, ma non posso non spenderci due parole. Prima di tutto, la lettera di Blue. Per Red o chi per lui, lei è in pericolo, ma se fosse veramente in pericolo perché dovrebbe perdere tempo a scrivere come una quindicenne cogliona? Non c'è nessun motivo! Non puoi dire che lei sia agitata o in pericolo quando le fai scrivere "ahaha, ovviamente scherzo, come puoi dimenticarti di me, Blue la tua cara amica <3"! Se io fossi in pericolo non mi metterei mai a scrivere ste frasi idiote, ma cercherei far trasparire il concetto che, appunto, sono in pericolo. Cosa che qua non accade! Perché? Perché? Damn it!
"la grafia era abbastanza disordinata seppur si poù notare la grafia ordinata della ragazza". Cosa. Cazzo. Significa. Nulla, ci ero arrivato anche io, ma è talmente assurda che non potevo non spenderci due parole. Se prima dici che era disordinata, perché poi dopo perdi tempo a dire che era ordinata? È disordinata od ordinata? Non può essere entrambi, è per questo che si chiamano "contrari", perché uno significa l'opposto dell'altro. 
Penso di aver finito quanto avevo da dire.
Ciao!

herr​

Recensione alla storia Pokemon Kalos adventure PROMO - 30/05/16, ore 20:46Modifica
Cancella
Capitolo 1: Pokemon Kalos adventure PROMO[Modifica valutazione]  
I am simply thrilled.
A parte che l'idea di una flash-fic promozionale è proprio brutta, ma lasciamo stare quelli che sono dettagli, non c'è una e dico una cosa giusta in questa fan fic! Damn it! Cercherò di esporre i punti deboli con molta calma, anche se eviterò di spiegare tutto basandomi più che altro sull'essenziale, parlarti ad esempio dello show don't tell sarebbe inopportuno e inutile a questi livelli.
Partiamo dal narratore, un narratore interno in prima persona al presente. Geni del calibro di scrittore young adult x si sono cimentati in questa fallimentare narrazione, dovrebbe essere un motivo per evitare come la peste questo tipo di scrittura anche perché è molto più semplice parlare al passato, poiché ci sarebbero molte più implicazioni e ti verrebbero richiesti accorgimenti ai quali non sei nello stato di sopperire. Tagliamo quindi la testa al toro, what do we say to the god of death narratore in prima persona? Not today. A questo si allacciano le basi dell'ortografia, bellamente prese a pesci in faccia: a fine periodo va un punto, a inizio periodo la M A I U S C O L A. Damn it!
Ora passiamo ai dialogue tag, questi sconosciuti. Il dialogue tag non è il male, non sempre, ma bisogna saperlo usare. Se in un capitolo c'è un fitto botta e risposta, il dialogue tag magari non è la risposta ai nostri problemi, ma soprattutto, in caso lo fosse, non va mai messo a capo. Sempre dopo la frase, ad esempio:
« Quinn, no-one is going to pay us to eat carrot sticks » dialogue tag (dove specifichi o contestualizzi la frase)
« I mean, tell people what's wrong with their outfits » dialogue tag (dove specifichi o contestualizzi la frase dell'altro interlocutore)
« But, we do that all day for free. That's why everyone likes us » non più dialogue tag (perché, a meno che il discorso non cambi fortemente contesto, si tratta di un botta e risposta, e non ci vanno i dialogue tag!)
In caso ti interessasse, il discorso è preso da Daria.
Ora passiamo agli orrori sparsi per la ficcy. Un oceano di orrori. Prima di tutto, e siamo nel fandom Pokémon per cui it should ring a bell, scrivi i nomi dei Pokémon correttamente! Dammit! Dammit! Pigeotto, fino a prova contraria, non esiste. Esiste però Pidgeotto, suo parente prossimo: lui è la risposta alle tue paturnie d'animo. Ma non si ferma qua, does it, neanche il nome Pokémon è scritto con l'accento acuto! Com'è possibile? È oltre la mia comprensione. E nemmeno il povero qual è viene risparmiato, venendo investito di un pesante fardello: l'apostrofo. Non c'è nulla da elidere, non serve l'apostrofo! È pleonastico, nell'accezione negativa del termine, evita.
Ma addentriamoci in questa selva oscura, nel magico universo dei verbi: "porgie" neanche se vuoi esiste. Porge sì. Porgie no. Analogamente per "poù": l'Indicativo Creativo non esiste. 
In conclusione, permettimi delle considerazioni a livello di senso. Sono cosciente del fatto che è più di quanto volessi impelagarmi, ma non posso non spenderci due parole. Prima di tutto, la lettera di Blue. Per Red o chi per lui, lei è in pericolo, ma se fosse veramente in pericolo perché dovrebbe perdere tempo a scrivere come una quindicenne cogliona? Non c'è nessun motivo! Non puoi dire che lei sia agitata o in pericolo quando le fai scrivere "ahaha, ovviamente scherzo, come puoi dimenticarti di me, Blue la tua cara amica <3"! Se io fossi in pericolo non mi metterei mai a scrivere ste frasi idiote, ma cercherei far trasparire il concetto che, appunto, sono in pericolo. Cosa che qua non accade! Perché? Perché? Damn it!
"la grafia era abbastanza disordinata seppur si poù notare la grafia ordinata della ragazza". Cosa. Cazzo. Significa. Nulla, ci ero arrivato anche io, ma è talmente assurda che non potevo non spenderci due parole. Se prima dici che era disordinata, perché poi dopo perdi tempo a dire che era ordinata? È disordinata od ordinata? Non può essere entrambi, è per questo che si chiamano "contrari", perché uno significa l'opposto dell'altro. 
Penso di aver finito quanto avevo da dire.
Ciao!

herr​

Recensione alla storia Pokemon Kalos adventure PROMO - 30/05/16, ore 20:46Modifica
Cancella
Capitolo 1: Pokemon Kalos adventure PROMO[Modifica valutazione]  
I am simply thrilled.
A parte che l'idea di una flash-fic promozionale è proprio brutta, ma lasciamo stare quelli che sono dettagli, non c'è una e dico una cosa giusta in questa fan fic! Damn it! Cercherò di esporre i punti deboli con molta calma, anche se eviterò di spiegare tutto basandomi più che altro sull'essenziale, parlarti ad esempio dello show don't tell sarebbe inopportuno e inutile a questi livelli.
Partiamo dal narratore, un narratore interno in prima persona al presente. Geni del calibro di scrittore young adult x si sono cimentati in questa fallimentare narrazione, dovrebbe essere un motivo per evitare come la peste questo tipo di scrittura anche perché è molto più semplice parlare al passato, poiché ci sarebbero molte più implicazioni e ti verrebbero richiesti accorgimenti ai quali non sei nello stato di sopperire. Tagliamo quindi la testa al toro, what do we say to the god of death narratore in prima persona? Not today. A questo si allacciano le basi dell'ortografia, bellamente prese a pesci in faccia: a fine periodo va un punto, a inizio periodo la M A I U S C O L A. Damn it!
Ora passiamo ai dialogue tag, questi sconosciuti. Il dialogue tag non è il male, non sempre, ma bisogna saperlo usare. Se in un capitolo c'è un fitto botta e risposta, il dialogue tag magari non è la risposta ai nostri problemi, ma soprattutto, in caso lo fosse, non va mai messo a capo. Sempre dopo la frase, ad esempio:
« Quinn, no-one is going to pay us to eat carrot sticks » dialogue tag (dove specifichi o contestualizzi la frase)
« I mean, tell people what's wrong with their outfits » dialogue tag (dove specifichi o contestualizzi la frase dell'altro interlocutore)
« But, we do that all day for free. That's why everyone likes us » non più dialogue tag (perché, a meno che il discorso non cambi fortemente contesto, si tratta di un botta e risposta, e non ci vanno i dialogue tag!)
In caso ti interessasse, il discorso è preso da Daria.
Ora passiamo agli orrori sparsi per la ficcy. Un oceano di orrori. Prima di tutto, e siamo nel fandom Pokémon per cui it should ring a bell, scrivi i nomi dei Pokémon correttamente! Dammit! Dammit! Pigeotto, fino a prova contraria, non esiste. Esiste però Pidgeotto, suo parente prossimo: lui è la risposta alle tue paturnie d'animo. Ma non si ferma qua, does it, neanche il nome Pokémon è scritto con l'accento acuto! Com'è possibile? È oltre la mia comprensione. E nemmeno il povero qual è viene risparmiato, venendo investito di un pesante fardello: l'apostrofo. Non c'è nulla da elidere, non serve l'apostrofo! È pleonastico, nell'accezione negativa del termine, evita.
Ma addentriamoci in questa selva oscura, nel magico universo dei verbi: "porgie" neanche se vuoi esiste. Porge sì. Porgie no. Analogamente per "poù": l'Indicativo Creativo non esiste. 
In conclusione, permettimi delle considerazioni a livello di senso. Sono cosciente del fatto che è più di quanto volessi impelagarmi, ma non posso non spenderci due parole. Prima di tutto, la lettera di Blue. Per Red o chi per lui, lei è in pericolo, ma se fosse veramente in pericolo perché dovrebbe perdere tempo a scrivere come una quindicenne cogliona? Non c'è nessun motivo! Non puoi dire che lei sia agitata o in pericolo quando le fai scrivere "ahaha, ovviamente scherzo, come puoi dimenticarti di me, Blue la tua cara amica <3"! Se io fossi in pericolo non mi metterei mai a scrivere ste frasi idiote, ma cercherei far trasparire il concetto che, appunto, sono in pericolo. Cosa che qua non accade! Perché? Perché? Damn it!
"la grafia era abbastanza disordinata seppur si poù notare la grafia ordinata della ragazza". Cosa. Cazzo. Significa. Nulla, ci ero arrivato anche io, ma è talmente assurda che non potevo non spenderci due parole. Se prima dici che era disordinata, perché poi dopo perdi tempo a dire che era ordinata? È disordinata od ordinata? Non può essere entrambi, è per questo che si chiamano "contrari", perché uno significa l'opposto dell'altro. 
Penso di aver finito quanto avevo da dire.
Ciao!

herr​

Nuovo recensore
26/05/17, ore 14:18
Cap. 1:

Per i capitoli letti fino ad ora la storia tutto sommato ci può stare, ma per l'amor del cielo togli quella ca**o di introduzione da brividi. Leggere "Linguaggio scurrile" fa diventare una vagina eccitata più arida del deserto del Sahara. Quanti anni hai? 15?!
credo tu possa fare meglio, soprattutto per proprietà di linguaggio

Recensore Junior
03/03/17, ore 16:26
Cap. 1:

Ciao, funnywolf24! 
Rieccomi a recensire un'altra delle tue storie! 
Un po' corto come capitolo, non trovi? Cioè, penso vada bene, però personalmente avrei aggiunto qualcosina in più, tipo le emozioni dei personaggi, le azioni che compiono mentre parlano ecc. cose così. Però non c'è male, devo dire che nel suo piccolo è carino. Certo, ci sarebbero degli errorini da correggere che, comunque, ti faccio presente:
- "E un giorno ..."= "È un giorno ...";
- Knuckles si scrive così; 
- "Tails e ..."= "Tails è ...";
-  " ... sa cosa sono ..."= "... sa cosa siano ...";
- "si e sicuro"= "Sì, è sicuro";
- "si è sentito ..."= "si sente ..."(perché stai usando il presente nel testo);
- "qundi"= "quindi"(errore di distrazione);
- "S:e stato ..."= " ... è stato ...";
- "bese"= "base"(errore di distrazione).

Per il resto, il capitolo è discreto, ma bisogna lavorarci. Non voglio offenderti, perché non è assolutamente nelle mie intenzioni, ma il consiglio che ti dò è quello di farti seguire da qualcuno che possa aiutarti a migliorare; io credo che le potenzialità tu le abbia, devi solo impegnarti un po' di più! 
Dai! Non prenderla come una cosa negativa, ma come una cosa positiva! So che puoi farcela!

Ciao. Dio ti benedica.
Simo_Dowaze Bye ^.^

Recensore Junior
12/10/16, ore 19:06
Cap. 1:

Beh,come capitolo non mi ha suscitato grandi emozioni,ma...ci si può lavorare,comunque l'atto primo ovvero l'attacco mah...l'ho trovato un po' sgravo, insomma capirei l'arte del magnetismo...e si anche quella dell'ebollizione...ma l'arte della polvere la conoscono solo lo terzo tsucikage e il secondo, anche se tecnicamente è morto da un bel pezzo.
Incredibile ma vero, sarò costretto a mettere una bandiera bianca,non fraintendermi,non dico che hai fatto un brutto capitolo,dico solo che puoi migliorarlo.

Nuovo recensore
06/09/16, ore 02:11
Cap. 1:

Awwww...non c'era bisogno di ringraziare! ^^ Nuova storia eh...anche questa trama mi intriga,ma se posso darti un piccolo consiglio, cerca di non rendere il tutto troppo frettoloso...è una buona cosa dare più dettagli possibile sui rapporti con gli altri ecc...ma non bisogna eccedere . Quando si parla di più personaggi per esempio, potresti anche elencarli o dividere ciò che li riguarda in diverse frasi ,inserendo anche vari collegamenti tra loro e la protagonista ,in modo da rendere la lettura più armoniosa. Per il resto devo dire di non aver incontrato gravi errori grammaticali...la storia in generale mi sembra buona, vai pure avanti e non prendertela per questi miei piccoli accorgimenti, mi raccomando. Ah ! A proposito, ti consiglierei di rimuovere il termine "sequel" dalla storia ^^' È un errore dirlo, un sequel è un continuo di una storia e, a meno che più avanti non scopriremo che Castiel è lo stesso della tua precedente storia e spiegherà di essere cambiato dopo la morte di Stefanie...non vedo il motivo di continuare a chiamarla così, ma questo è solo il mio parere. Basta, direi che ho parlato troppo. Spero di non aspettare troppo per il prossimo capitolo, a presto ^^ Un bacio, Hikari

Recensore Junior
13/07/16, ore 22:27
Cap. 1:

Ciao, sono qui per gli Oscars.
La storia avrevve una bella trama, solo che,purtroppo, l'hai raccontata come se fosse un riassunto e non una storia vera e propria. I fatti vengono raccontati in maniera quasi sbrigativa, niente descrizioni, nessuna spiegazione sul perchè le ragazze avessero a che fare con riti di cui parli all'inizio. Se fossi in te, rivedrei il testo e cercherei di approfondire un po' tutto. Per quanto riguarda la grammatica, passi da presente a passato, il numero andrebbe scritto in lettere, e non in cifre, ma per il resto non ci sono GRAVI errori grammaticali. Dovresti fare più attenzione al passaggio dei verbi.
Per quanto riguarda il mio giudizio, la storia purtroppo non mi ha emozionato, i personaggi non hanno un profilo nè psicologico nè fisico e non si capiscono bene fin troppe cose. Mi spiace, perchè le storie devono sempre dire qualcosa, ma questa, ripeto, mi sembrava un riassunto.
Voto storia: 5
Voto storia originale: 6
Storia che mi ha fatto emozionare: 4.
A presto e buona fortuna. Spero che la recensione non ti deluda, anzi, che ti aiuti.

Nuovo recensore
09/07/16, ore 17:03
Cap. 1:

Spero che tu non me ne voglia, ma non ho parole per descrivere la storia.
Diciamo che non è di mio gradimento.
Non si capisce molto di quello che c'è scritto, se devo essere onesta... i dialoghi così come li hai inseriti tu appiccicati alla narrazione rendono il tutto poco fluente e decisamente scoordinato. Potevi almeno andare a capo, anche se in ogni caso sarebbe stato meglio inserire il discorso dopo verbi introduttivi di vario tipo (es. Disse, pensò, esclamò, urlò, sussurrò, si corresse...).
Sinceramente non conosco i cinque ragazzi (esistono veramente in Yu Gi Oh?), dunque non ho capito molto. Sono cinque maschi? O c'è anche una ragazza? (sinceramente mi sembrano tutti maschi ma comunque non ne vedo il problema, è solo per sapere).
Non si capisce bene perchè alla fine siano andati a fare colazione e gli abbiano dato un'aragosta, nè perchè Alexis voglia comprare un prosciutto a Jaden (da dove è scaturita questa idea?).
Non capisco nemmeno perchè sia stato piazzato un flashback e a cosa serva, se devo essere onesta.
L'idea di base può anche essere carina, ma non è sviluppata bene (manca di senso logico e organizzazione), quindi se vuoi continuare a scrivere ti consiglio di farlo in modo più chiaro e fluente per tutti :)

Nuovo recensore
02/07/16, ore 10:33
Cap. 1:

Ciao, ho dato una lettura veloce al testo perché la tua fic non mi interessa, ma volevo capire dove andassi a parare.
Ninete da ridire su forma e grammatica, quello che invece mi ha dato fastidio è il tuo atteggiamento riguardo la storia stessa. 
Senza ombra di dubbio questa fic è profondamente irrispettosa verso chi abbraccia il credo cattolico, ma questo lo sai anche tu viste le tue note finali e il titolo che dice chiaramente ciò che questa storia è, ovvero: Blasfemia. 
Non si può trattare con rispetto una cosa non rispettandola a prescindere, è una contraddizione, questo è bene che tu te ne renda conto. Infatti se non sbaglio la tua storia è catalogata erotica  e  ha rating rosso, il che la dice lunga e spiega dove andrà inevitabilmente a parare.
Ecco quello che non capisco e che mi irrita un po' è questo atteggiamento decisamente incoerente. Sai benissimo che stai scrivendo un certo tipo di storia, perché allora far finta di preoccuparsi? Se non volevi urtare la sensibilità di nessuno semplicemente non dovevi pubblicarla.
Stai pur certa che avrai un successone enorme, sappiamo come funziona questo fandom, che da veterana che è iscritta a EFP da ben 12 anni è uno dei peggiori che mi sia capitato di frequentare, più una storia ha argomenti scabrosi e pruriginosi e più piace, quindi credo che tu rispecchi in modo eccellente lo standar e la domanda del fandom. Così come sono certa che accorreranno in massa a difenderti e rassicurati (scommetto che arriveranno frotte di cattoliche ferventi a dire che sono in torto. Conosco le dinamiche dei fandom ormai da una vita) e a dirmi la famosa e tipica frase "se non ti piace non la leggere", infatti non la leggerò, ma dato che quando si pubblica ci si espone al giudizio altrui e non solo alle lodi entusiastiche, ho voluto esprimere il mio giudizio su una faccenda delicata, di cui, in una società civile, anche nei luoghi di svago, si dovrebbe avere rispetto: ovvero i credi altrui (credi perché le religioni sono molteplici e tutte meritano rispetto e non dovrebbero essere tirate in mezzo a fanfic erotiche per diletto).
Sono consapevole che con questo itervento ho perso tempo inutilmente ma mi sentivo in dovere civico di farlo. 

Recensore Junior
06/06/16, ore 16:05
Cap. 1:

Ciao! Credo che questa sia una delle prime recensioni che faccio in questo fandom, anche se sinceramente non ne sono sicura. Ho voluto scriverti per farti sapere che come idea mi piace, anche se ci sono alcuni errori che vorrei riportarti.
Sostanzialmente, confondi "o" congiunzione, con "ho" verbo avere, altri errori che credo siano del tuo correttore, non so se lo usi, punti in cui la virgola serviva, altri in cui invece non era necessaria, congiunzioni che non sono necessarie, e alcune piccolezze. Potrei correggerti tutto il testo, ma mi sentirei sfrontata a farlo senza il tuo permesso. Ripeto però, che come idea mi sembra molto carina (bello iniziare con Orgoglio e Pregiudizio, mi piace molto)

Ci sentiremo presto, spero.
Baci,
Anja.

Nuovo recensore
29/10/15, ore 13:29
Cap. 1:

Il lupo perde il pelo ma non il vizio....
Ecco una storia che potrebbe essere bellissima .....peccato che non sia tua.

Tu,Uzu non di immagini quando un autore ci mette a scrivere,ad accontentare tutti quelli che seguono la storia...
E tu,copi e incolli,come se pensassi di essere furbo e pensi che gli.altri siano stupidi che non capiscono il plagio che in OGNI tua storia hai fatto.

Io ora la segnalalo di nuovo,spero che toglierai la storia.
Addio

Nuovo recensore
11/09/15, ore 12:03
Cap. 1:

Scusa il disturbo ma per una ragione a me ignota, non riesco ad aprire i tuoi disegni. Che posso fare per vederli?

[Precedente] 1 2 3 4 5 6 7 8 9 [Prossimo]