Recensioni per
Violent red
di Fissie

Questa storia ha ottenuto 368 recensioni.
Positive : 364
Neutre o critiche: 4 (guarda)


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
Recensore Junior
14/05/11, ore 19:16
Cap. 13:

Ho amato questo capitolo . Cielo, finalmente Shizuo da buca a Izaya, per una volta. Insomma, non gli da esattamente buca ma in qualche modo è così. Smetti di assecondarlo Shizuo , ti prego ;_;
*si sente stupida*
E' stato un capitolo fantastico ♥ Bravissima!

Recensore Veterano
13/05/11, ore 13:12
Cap. 13:

Ciao Fissie.

Mi perdonerai se recensisco solo l'ultimo capitolo - contrariamente a quello che avevo detto - ma capirai anche perchè.
La lettura mi ha presa a tal punto da non riuscire a smettere; e così, da ieri pomeriggio fino a questa mattina, ho letto, accovacciata su una sedia e avvolta in un plaid, fremente per conoscere il seguito, ridendo, rischiando di piangere. E con lo stomaco stretto costantemente in una morsa di freddo.
C'è così tanto sporco nella tua 'Violent Red', che credo di poterci affondare. E non è una critica, o una caratteristica negativa, solo un'altra delle tue magistrali conquiste, raggiunte tirando i fili della trama e calibrando le azioni delle tue marionette.

Partiamo da Shizuo:
La sua bontà, genuina, che non viene mai meno, è uno degli aspetti che di lui mi hanno conquistato fin dall'anime e che tu hai approfondito nella tua storia fino allo spasmo. Essere gentile, premuroso anche con il suo nemico giurato, Izaya, la persona che odia di più - chi potrebbe essere più candidamente buono di lui? La sua forza è solo un danno collaterale per una creatura che non farebbe del male ad una mosca, ma lui è in grado di sovrastarla con la propria bontà. Si sta innamorando di Izaya? Beh, io credo di sì. Dal momento che ha sopportato anche i suoi insulti più pesanti - e i suoi cambiamenti di personalità - senza picchiarlo a sangue. Ha solo e sempre sopportato. E suppongo che continuerà a fare così, finchè Izaya non si renderà conto di quello che sta distruggendo. Oppure - stando all'Epilogo della tua 'Violent Red' - fino a quando non compirà quel determinante e deciso passo falso, che cancellerà tutta la buona volontà e l'affetto (che, è evidente, esiste) dal cuore di Shizuo.
Credo che il suo animo innocente e sincero si possa esprimere in quelle poche parole, tremanti e appena sussurrate, della loro prima volta.
Io lo voglio. Io ti voglio.
Non è la dichiarazione d'amore più bella?

E poi, passiamo ad Izaya:
Credo che questo personaggio - nella tua storia come nell'anime - meriti più attenzione degli altri. Non perchè sia migliore (o tragicamente peggiore), ma perchè è più complesso, sepolto sotto strati di apatia e incomprensioni, di affetto negato e di speranze - e corpo - violate. Un ragazzo - di soli 17 anni! - pregno di una tale sofferenza, non può non trasformarsi in una macchina da guerra. Come potrebbe un bambino che in tenera età è stato violentato riuscire a riscostruire una vita normale, con affetti sinceri e amore? Come potrebbe un figlio a cui sono stati negati la comprensione del padre e la protezione della madre, amare a sua volta qualcuno? Come potrebbe un fratello che ha visto amate sempre e solo le proprie sorelle, ricambiare con gratitudine la dedizione di una bambina come Mairu?
E' impossibile. Totalmente impossibile.
E se qualcuno sapesse, se scoprisse la verità, potrebbe comprenderlo.
Ma gli incubi di Izaya rimangono tali, sepolti nella sua mente e nelle sue grida, nelle sue lacrime e sotto le sue palpebre, senza la speranza che qualcuno li legga sul suo volto, li comprenda. E riesca ad amarlo.
La sua è un'esistenza disperata.
Spesa a cercare di ricambiare la violenza che a lui stesso è stata inflitta in passato.
E' un'anima persa, quella di Izaya. Certo, Shinra risolve il suo enigma in tre frasi - Dici il contrario di quello che pensi, fai il contrario di quello che dici e pensi il contrario di quello che fai - ma in fondo è molto, molto più complicato e oscuro.
Io spero, comunque, che per lui ci sia ancora qualche speranza.
Ancora qualche salvezza.

Per Mairu (l'altro personaggio che ho amato, in 'Violent Red'), mi basta citare due frasi:
"Non tieni alla tua vita" - "Tengo di più alla tua" ;
"Gli altri se ne potranno anche andare, ma io resto".
Mi sembra che basti a dire tutto.

E infine, sul tuo stile:
Dato che utilizzi la terza persona, la mia ammirazione scaturisce spontanea.
Non sono veramente in grado di scrivere in terza persona, perciò di solito sfrutto la prima; ma la tua abilità nel focalizzare il punto di vista del personaggio, nonostante appunto tu sia costretta più volte a specificare il suo nome, è evidente.
Un altro punto forte, la tua ironia. Che spesso - non chiedermi perchè - mi ricorda quella di Jane Austen, come se tu fossi in grado, come lei, di prenderti gioco sotto i baffi dei tuoi stessi personaggi (e in particolare di Shizu-chan, direi!).
Dovrei dire altre mille cose, ma il mese prossimo non saprei più cosa scriverti!
Perciò chiudo così - e mi sembra già di aver scritto un poema. Ooops.

Spero di rileggerti presto!, (sono ansiosa di conoscere i pensieri di Shizuo alle parole taglienti di Izaya...)
Perciò, alla prossima :)

A.

Recensore Veterano
12/05/11, ore 19:46
Cap. 7:

Quanta violenza.
:(
Credo di aver compreso solo ora il significato del titolo di questa storia,  Violent Red.
Izaya è il mio personaggio preferito e vederlo così esposto, vulnerabile e, sì, senz'altro ferito mi fa stare quasi male.
Spero solo che si rifaccia. E' lui quello subdolo; è lui quello che vince.
E io non voglio che perda la faccia così.
Dentro di lui c'è un dolore così profondo..che solo Shizu-chan potrebbe lenire.
E speriamo!;)

Ho adorato la famiglia Heiwajima; soprattutto la mamma! Con quella sua meravigliosa lista, da stalker professionista!
(Sì Shizuo è patologicamente ossessionato da Izaya):
Izaya Orihara, classe 1987, diciassette anni, nato il 4 maggio, segno zodiacale toro secondo il calendario astrologico occidentale, tigre secondo quello cinese, gruppo sanguigno 0, alto, uhm, se ti arriva fino al naso direi più o meno un metro settanta e qualcosa, capelli neri, occhi castani con sfumature rossicce. Questo Izaya.

Bellissima la scena dell' Attacco collettivo a Shizuo! in cui sprofonda nell'imbarazzo, tra le insinuazioni di Erika e quelle di Simon.. eheh ^^''

Non vedo l'ora che le cose vadano a posto!
 
A.

Recensore Veterano
12/05/11, ore 18:06
Cap. 6:

Ommioddio, Saki!
Non mi piace, quella ragazza è troppo malata .-.''
Quindi credo che la ignorerò.

Invece, il mio povero Shizu-chan mi provoca un'immensa compassione!
Dai, Izaya non può trattarlo così ;(

Ahm, Kururi è cattiva, ma sembra estremamente intelligente. Mi piace!

Per il resto..Naa, quell'eccitazione non viene dal suo piano: è Shizuo che gli fa quest'effetto.
Sìsì.
Cit. fantastica :
« La verità è che il coso di Shizu-chan sembrava cooosì grosso… »

Ah, che spaaaasso!,
A.

Recensore Veterano
12/05/11, ore 17:37
Cap. 5:


Al terzo bicchiere, la mente prodigiosa della pulce si era già arenata nelle spiagge dell’ubriachezza
e gliene aveva dato conferma dapprima con un’uscita bizzarra sulla semantica
(lo sai che in sanscrito “guerra” significa anche “desidero più mucche”?)

._._._____ .____.
Tu non puoi scrivermi cose del genere.
No sul serio, credo di aver riso fino agli spasmi ^^'''

Questo Shizu-chan's POV è stato illuminante ed estremamente piacevole.
Dai primi tempi alla Raira, al momento in cui lui si accorge di desiderare Izaya e tutto il resto.
Anche lo stile sembra più adatto a lui! (Tutti quei punti esclamativi e quelle domande e quelle allusioni per nulla velatamente erotiche..)
Ah, che spasso!

Ma la parte migliore è stata la rivelazione: Shizu-chan regge l'alcool e ha fatto finta di essere ubriaco! Oh, ti prego, è troppo comico!
E poi..quell'ostentazione di premura, quando finalmente ha sotto di sè un Izaya completamente inerme.
(...) ma non voleva andare per tentativi ed errori usando un Izaya semi-incosciente
come cavia per gli esperimenti dei suoi primi approcci al sesso.
Aveva pur sempre un codice d’onore,
lui.
Mitico.

E passiamo alle faccende un po' più serie.
Ad esempio, Mairu. Mi piace, questa ragazza. E' un piccolo genietto.
Quelle poche parole...
« Ma che ha fatto di male? » pigolò Mairu. « È rimasto fuori una notte. Voi restate fuori un sacco di notti. »
Sono piene di inafferrabile disperazione.
E' una bambina cresciuta troppo presto, eh?

E poi, lo scontro fatale.
Che vede Shizuo e Izaya, nudi. Nudi nel senso metaforico del termine (e non solo ovviamente ^o^'').
Uno di fronte all'altro, al momento della resa dei conti.
Fino a quel Non voglio.
Duro, terrificante. Che spezza il ritmo come un colpo inferto da un coltello.

Spero che Izaya stia scherzando, eh. ù.ù

Complimenti ;)
A.


(Recensione modificata il 12/05/2011 - 05:38 pm)

Recensore Veterano
12/05/11, ore 16:26
Cap. 4:

E' incredibile.
Violent Red mi appassiona sempre di più e lo fa anche per la ricchezza del suo repertorio culturale.
Dai manga ai proverbi russi, alla mitologia giapponese! Che dire? Sono ammirata, seriamente.
E, non mi trattengo molto - corro a leggere il prossimo.
Ti lascio solo due citazioni che ho adorato:

Andiamo! Lui non provava emozioni, men che meno di quel tipo.
Era categoricamente escluso. Non si sarebbe mai abbassato al livello della gente comune,
dominata dall’ordinaria imprevedibilità degli impulsi umani.

[Izaya non potrebbe esprimere se stesso in modo migliore.]

« Si amano » chiocciò Erika.
« A me sembra che si odino » osservò Yumasaki.
« Non sai guardare sotto la superficie! »
« Intendi che non riesco a immaginarmeli nudi? »
La ragazza si accarezzò il mento. « Questa è una chiave interpretativa interessante. »

[ ...
Beh, questa è pura e semplice genialità].

Che sei una capra!
[Dio. Che spasso.]

Corro al prossimo!
Un grazie sincero ;)

A.

Recensore Veterano
12/05/11, ore 15:37
Cap. 3:

Accidenti...wow.
E' un bel po' che non leggevo storie di questo spessore - e lo dimostra il semplice fatto che il bacio abbia occupato 5/6 paragrafi di un'intensità eccezionale. Eccezionale nel senso che è un'eccezione memorabile; e sei veramente geniale.
Suppongo che se in Durarara! il nostro amato Shizaya trovasse posto, sarebbe senz'alcun dubbio così come l'hai descritto.
Uno scontro tra pulsioni violente, ambigue, contrastanti - in una sintonia così imprevedibile. Un ragazzo che parla sempre troppo e uno che parla troppo poco, un ragazzo che si affida al suo istinto subdolo e no che punta sulla sua forza fisica, perfettamente collegati, da un filo invisibile e impensabile.
Dalo scherzo di Izaya (gemiti e tutto il resto) che scatena una reazione involontaria in Shizuo, al bacio impacciato, adolescenziale di questo Capitolo 2, la storia procede tra intensità e sottile ironia, tra allusioni, giochi e una passione che cresce poco a poco.
Che piacere andare avanti!

A fra poco,
A.

Recensore Veterano
12/05/11, ore 14:12
Cap. 1:

Epilogo.
Un titolo perfettamente coerente, visto che parliamo della fine di un rapporto positivo e l'inizio invece di un odio che durerà a lungo.
Inizio a leggere oggi, in questo momento, perciò mi perdonerai se voglio lasciare una recensione fin dal primo capitolo.
Così magari, invece di scriverti una lunghissima recensione alla fine, ti farò capire come la storia mi abbia conquistato passo a passo.
Adoro le tue caratterizzazioni; direi più che centrate.
Perciò, mi avvicino al secondo capitolo con piacere! ;)

A presto,
A.

Nuovo recensore
09/05/11, ore 20:19
Cap. 13:

E ci risiamo...ma che devo fare con ste recensioni, che le scrivo sempre due volte!!!!
Mia adoratissima, non sai che felicità ho provato nel vedere ben tre capitoli nuovi in così poco tempo, ed uno più bello dell'altro, per giunta!!!
Poi, vengo a sapere che hai pensato di riscrivere l'ultimo...ma sei impazzita? E' il più bello, il più commovente!!!
All'inizio, è terribile, un pugno nello stomaco...sei terribilmente fantastica nel descrivere la brutalità di quella situazione senza mai diventare morbosa. Ho apprezzato anche la scena della cattiveria gratuita di Izaya verso la sorella, perché lui è pieno di una rabbia ed un rancore incoercibili, verso chiunque, ma  in particolare verso le persone che gli sono più vicine, perchè non è in grado di accettare il semplice fatto che gli possano voler bene, lo vive come un'ulteriore umiliazione. Attorno all'umiliazione iniziale ha costruito una barriera di orgoglio difensivo.
La scena in cui, cotto come un popcorn nel microonde, piomba a casa di Shizuo, che ha il pigiamino, se non fosse tragica, sarebbe clamorosa...invece è tragica, e fa stare male da morire. Shizuo, che si trattiene con uno sforzo terribile dall'approfittarsi della situazione, è tenero da morire quando abbracciando Izaya, si scusa per averlo spaventato, gli dice tutto quello che non dice mai a nessuno...e poi, vedendo lo sguardo distante dell'altro, si chiede se ha sentito qualcosa, e pensa che tra loro c'e un abisso. E non sa che Izaya in qualche modo lo ha sentito, che ha percepito, sempre, fin dall'inizio, la sua gentilezza, la tenerezza che non sa dire con le parole...e lo sente in questo momento, in cui sta ricevendo l'abbraccio che desiderava, ma quello no, non lo percepisce.
Sono solo due ragazzini alle prese con qualcosa di enorme che li sovrasta: uno dei due non sa/non capisce, e non è neanche tanto sveglio, l'altro ha un tale quantitativo di rimosso, che al momento della frana si salvi chi può...Io me lo aspettavo. Sapevo che il loro appuntamento non ci sarebbe mai stato, da prima di leggere il finale del capitolo precedente. Lo sapevo perché questo era il momento buono, in cui le cose iniziavano a scorrere, in cui Izaya iniziava ad avere meno difese, e quindi, purtroppo, ad essere anche più vulnerabile. Ora o mai più. Il pezzo di m...doveva ricomparire. Il destino doveva infliggere ora il suo colpo bastardo. Quindi lo sapevo che Izaya sarebbe crollato. Più è controllata una persona, più è forte il botto quando scoppia. Si, lo so che Izaya è uno stronzetto di ventitrè anni in Durarara, che tiene sempre le emozioni a freno, anzi , che non ce le ha le emozioni, e calcola tutto. Ma quello, succede nelle novel, se succede... Io ho qualche dubbio: di Izaya, qualcuno dice che è pericoloso per l'instabilità delle sue emozioni, non per l'assenza, che è il contrario. In più punti, Izaya sembra essere il personaggio che più di tutti rimuove, e dunque per contrasto amplifica, e siccome non ritengo che l'autore abbia deciso di liquidare il suo personaggio più misterioso con "è nato stronzo per una sfortunata congiunzione astrale", ritengo che sia il caso in cui l'autore tiene segreto più a lungo il backgrond con il botto più grosso. Se così non fosse, il personaggio senza background sarebbe senza senso nella storia: dico così perché il passato è la parte dei personaggi che motiva il loro essere, le loro azioni, e tiene legato il passato al presente al futuro; insomma è la chiave di lettura di tutto. Non esistono buoni personaggi senza background. Inoltre, Durarara è una storia che si basa sugli incastri spesso geniali tra le azioni delle persone coinvolte, mentre la tua fic è introspettiva/psicologica. Dunque per forza di cose ci sono delle differenze. Inoltre, tutto questo preoccuparsi dell'IC e OCC, va bene finché è ragionevole, ma ad esagerare si rischia di creare personaggi piatti, vuoti meccanismi, privandoli della loro parte più misteriosa ed affascinante: le contaddizioni, i chiaroscuri. Infine, ora Izaya è ubriaco come un animale, lui che non regge neppure le bollicine della cocacola, e uno dei deprecabili effetti dell'alcool è precisamente quello di frantumare la personalità di chi ne fa uso. Ciò per dirti che va benissimo così, che l'ho amato tantissimo questo capitolo. E che lo stupro del protagonista, se tu lo avessi trattato in maniera meno sofferta, mandandolo a farsi sbattere  senza problemi dopo la ricomparsa di quello stronzo, magari con un'inclinazione un pò più masochista del solito, sarebbe stata la trama di un porno, più che altro. Lo stupro è un tema scabroso, che, al di fuori del porno, va trattato con un minimo di profondità e serietà. Si è mai vista una persona che se ne scorda come se nulla fosse, solo con un pò di ammore?! Che ci vanno a fare in analisi le vittime di stupro quando potrebbero farsi sbattere al muro da un bel ragazzone, con reciproca soddisfazione? Che idea balzana quella che ci si possa passar sopra cantando? Per superare una cosa simile ci vuole un paziente lavoro di anni per separare dalla sfera sessuale della vittima il vissuto della violenza. Fintanto che permane la sovrapposizione tra lo stupratore e i successivi partners, hai voglia serate romantiche e rose...Io, anzi, avevo considerato come indice di un coivolgimento ben più che fisico proprio il fatto che Izaya riuscisse, sebbene con sforzo, ad aggirare il problema, perchè è ovvio che serva una spinta fortissima verso l'altro per scavalcare il fantasma dell'abusatore. Stiamo parlando, purtroppo, di una cosa terribilmente seria, non di un escamotage da romanzetto rosa. Tu l'hai trattata in maniera dolorosamente autentica. Tra l'altro, per aggiungere sfortuna, il tizio che ha violentato Izaya, non è neppure uno stupratore qualunque, ammesso che esistano, ma un sadico con la mania del lavaggio del cervello. In un certo senso Izaya è stato programmato per avere un'inclinazione alla sofferenza, e una forma di dipendenza nei confronti del tipo (ti fidi di me? e giù ceffoni). Dentro di lui le cose si sono mescolate e confuse, il dolore, l'amore, la paura, il piacere, è tutto un garbuglio inestricabile.  Io penso che sia più una specie di plagio, che di vero sentimento da parte sua verso il bastardo. Anzi, forse all'inizio lo amava, o almeno ne cercava l'approvazione, poi è capitato quello che è capitato...E ora Izaya non riesce a fare altro che ripetere quello che ha imparato. E forse vorrebbe che Shizuo prendesse il posto di quell'altro per potersi liberare, ma lo fa istigandolo a fargli del male...per fortuna Shizuo non ci cade, sarebbe stato il disastro finale. Perché a volere una cosa simile non è propriamente Izaya, ma il suo inconscio marchiato dall'abuso subito, che conosce un solo linguaggio, perché l'altro, quello che hanno parlato Izaya e Shizuo, laggiù non è ancora arrivato. Che tristezza vedere che Shizuo ha capito che c'è qualcosa che non va, ma non sa cosa, cerca di essere delicato, prova ad aiutare e rassicurare, ma alla fine anche lui è vinto dalla frustrazione e dalla stanchezza, e tratta con parole crudeli Izaya che si è a malapena riavuto.
A questo punto della storia, Shizuo non è in condizioni di aiutare Izaya. Purtroppo, è un'amara considerazione. Scusa se ho scritto un mucchio di farneticazioni, ma avevo fretta di impedirti un insano gesto: non cambiare nemmeno una virgola, a parte impiedi che si scrive "in piedi". Ho adorato questo capitolo anche più degli altri, se possibile, anche se mi ha fatta soffrire, o forse proprio per qeusto.. E appena sarò più in me scriverò qualcosa con più senso.  . Ho adorato questo capitolo anche più degli altri, se possibile, e mi ha fatta soffrire..HHH....
P.S. Noto una cosa: c'è una foto...da qualche parte c'è una foto, fatta dal tizio, che dimostra la sua colpa. E ora quella foto dovrà saltare fuori.
(Recensione modificata il 09/05/2011 - 08:22 pm)

Nuovo recensore
08/05/11, ore 12:00
Cap. 13:

Eccomi qui, che come promesso recensisco! (sono alla seconda yeeee ;D)
Parto col dire che questo capitolo mi è piaciuto molto, se non di più! Anche se magari si rimane un po' a bocca asciutta per quando riguarda scopate e affiliati (ma magari anche no, vista la zoccolaggine di Izaya da ubriaco 8D) ma è un bene, perchè in questo capitolo hai dato molto spazio alla caratterizzazione dei personaggi, sei andata a fondo, scavando in entrambi e ci hai regalato un quadro molto dettagliato e preciso del loro essere.

Izaya: Finalmente esce allo scoperto il suo lato più umano, che tenta sempre di reprime e di soffocare. Si capisce di più  per quando riguarda il trauma che ha subito e come lui ne abbia risentito. Dal mio punto di vista il fatto che lui stesso si, diciamo, costringa a ripensare a quanto è successo, che voglia rivivere l'esperienza, non è per cercare di superare il trauma, ma di riviverlo, per provare di nuovo quelle emozioni, anche se non proprio positive. E' difficile da spiegare a parole, perchè anche se a lui fa schifo la sensazione che ha tutte le volte che ripensa allo stupro, quella sensazione di sporco annidato dentro, che marcisce e si putrefà e che nessuno potrà togliere; non può fare a meno di pensarci. Subire qualcosa come uno stupro ti segna tutta la vita, anche se cerchi di sotterrare tutto, di dimenticare non puoi; le immagini, le parole e i suoni di quanto successo ti ritorneranno davanti agli occhi appena li chiudi, torneranno a farti visita nel momenti meno opportuni, anche quando credi di aver superato tutto e di essertelo lasciato alle spalle. E' questo che penso succeda ad Izaya; che quel nome sulla lettera di sua madre abbia risvegliato in lui una serie di ricordi che era riuscito momentaneamente ad assopire e che ora tornaro a tormentarlo.
Il fatto che nei suoi sogni l'uomo dello stupro e Shizuo si accavallino, secondo me, mette in evidenza la confusione che ha Izaya in testa. Da una parte c'è Shizuo, che nonostante tutto quello che succede tra loro non cabi il fatto che si odino, in realtà occupa una parte importante della sua vita. Oltre ad aver vissuto anni a rincorrersi e a tentare di uccidersi a vicenda, tra loro c'è un legame, un legame che sta diventando sempre più grande. Sennò non si spiegherebbe il fatto che quando Izaya è con Shizuo perde momentaneamente il controllo delle sue azioni, che nel suo cervello ci sia un black-out e che si lasci guidare solo dall'istinto e non pensi più al piano o a tutto il resto. Dall'altra parte invece c'è "Mayhew", un uomo che gl'ha fatto del male, e che il solo ricordo gli provoca conati di vomito. Ma in realtà (sempre secondo la mia modesta opinione) Izaya è attaccato a quest'uomo più di quanto lui stesso voglia ammettere, che nonostante tutto il male che gl'ha provocato ha costituito anche lui, come Shizuo, una parte della sua vita che lo segnerà per sempre. Quello che mi fa riflettere su questo suo attaccamento a Mayhew è da ricercare in una serie di atteggiamenti di Izaya, tipo:
-"Lo fa quasi senza rendersene conto: allunga una mano verso le sue gambe, afferra un lembo dei pantaloni, lo trattiene"
Oppure nel capitolo precendente:
-"Sua madre strinse le labbra nude e screpolate in una linea sottile. «Non ti riguarda.»
«Sì invece.»"
-"«Lui come sta?»
«Non sono affari tuoi!»
«Sì che lo sono!»"

Probabilmente sono cavolate che solo io mi invento (molto probabile x°D) ma la vedo così.

Shizuo: Ormai anche il più beota degli imbecilli avrà capito che io lo A-D-O-R-O. E' veramente tenero, nel suo essere così scemo xD. Ma non divaghiamoci troppo in chiacchere inutili e procediamo ad analizzarlo. Shizuo dal mio punto di vista è quello che fra i due ha le idee forse un po' più chiare, ma forse no. Cioè da una parte si captano i segnali che in lui ci sia un mutamente, che Izaya non sia più soltato un nemico da uccidere o una fantasia adolescenziale sulla quale sfondarsi di seghe (scusate il linguaggio poco consono ad una ragazza xD) ma che stia diventando quelcosa di più, anche se non è una cosa così chiara e limpida, che lui stesso sia confuso riguardo all'argomento, penso che stia avvenendo un cambiamento. Ci sono tutti quegli atteggiamenti e frasi che mettono in evidenzia il fatto che lui sia una persona gentile, una buona buonissima persona. Che lui si senta un mostro, per la sua forza incredibile, e che forse si odi per questo.. che si maledica, per non essere capace di controllare la sua rabbia.
Tutto il monologo che fa quando si appoggia al petto di Izaya (mentre lui è in una specie di catalessi alcolica xD) e lo abbraccia mi ha letteralmente sciolto. "... Insomma a che mi serve questa forza? Sono nato per essere un mostro?"  çAç
La sua gentilezza viene esaltata anche quando cerca con tutte le sue forze di resistere alle avances di un Izaya ubriaco e alla mercè di tutti (diciamocelo, chi avrebbe avuto una tale forza d'animo?), di quando decide di non approfittarsi di lui, perchè lui non è una persona cattiva, che non può combattere contro il suo acerrimo nemico se non lo fanno ad armi pari. Oppure ancora quando cerca di toglierlo dai cocci e dai vetri delle sue stoviglie andate in mille pezzi, oppure ancora quando decide di accompagnarlo a casa e gli da il suo giaccone per paura che possa sentire freddo.
Però oltre alla sua gentilezza è messa in evidenza anche la sua incredibile stupidità. Il cultime è stato quando, chiedendo a Izaya quale fosse la persona di cui si fidava e dopo aver ricevuto per tre volte consecutive la stessa risposta: "Shizu-chan" non connettesse il cervello! Svegliati caro che la guerra è finita. Lo vuoi capire sì o no, che in quel momento per lui eri la persona che sentiva più vicina e della quale si fidava di più?.... Però ora sono presa da un dubbio tremendo: magari Izaya non aveva capito davvero un fico secco di quello che gli stava chiedendo Shizuo.. naaa, è Shizuo che è scemo! ù.u
E ora arriviamo alla parte che più mi ha fatto male, mi ha proprio rattristato, che se non avessi letto il capitolo in classe sarei scoppiata in lacrime: la fine.
Izaya si sveglia e ogni traccia dell'ubriacatura della sera precedente è sparita lasciando il posto ad un incredibile mal di testa. Naturalmente è tornato il solito Izaya, stronzo e col sorriso strafottente e non quello fragile che era stato. Dopo aver recuperato un poco la memoria viene a conoscenza del fatto che non ha fatto sesso con Shizuo e anche se un po' sollevato da questo non può fare a meno di lanciargli una delle sue solite frecciatine, per farlo arrabbiare e avere su di lui la supremazia dell'intelligenza contro la forza. Gli snocciola una di quelle arringhe crudeli e dalla cattiveria gratuita, cercando di far smuovere Shizuo e per farlo reagire. Al contrario delle sue aspettative, lui reagisce con apparente e gelida calma e lo butta fuori dalla macchina dicendogli di andare a farsi fottere da chiunque, perchè tanto a lui non interessa.
Bene, dopo il riassuntino posso affogare nelle mie lacrime. Perchè Izaya deve tornare a fare il solito stronzo e trattare di merda una persona che si è presa, diciamo, cura di lui mentre non era in sè?!
Secondo me, Izaya lo tratta così male, perchè non ricorda bene cos'è successo la notte precedente e perchè ci prova gusto a vederlo soffrire, a ferirlo e ad averlo in pugno. E il fatto che Shizuo gli risponda che non gliene frega niente è dovuto alla sua stanchezza e al suo essere stremato dall'atteggiamento del suo compagno. E probabilmente ha fatto anche bene a tirargli questo schiaffo morale facendo vacillare le sue convinzioni di superiorità, però cavoli, lo schiaffo morare l'ha tirato anche a me ç__ç  E l'ultima cosa, l'ultima lo giuro. Izaya che rimane sconvolto dal totale disinteresse di Shizuo e vomita, sia per l'ubriacatura che per la sensazione di vuoto che ha al petto. Mi rifiuto di pensare che sia così sconvolto perchè il suo piano di far "innamorare" Shizuo non è andato in porto, mi rifiuto! C'è qualcosa di più, c'è dell'altro.. e rimarrò con l'incertezza che mi lacera il cervello finchè non posterai il nuovo capitolo che dipanerà ogni mio dubbio!

Devo farti i miei complimentoni ancora per il modo sublime con cui scrivi e per la capacità che hai di entrare nei personaggi e di rendere ognuno vero. Davvero, complimenti!
Spero che questa mia recensione non sia stata noiosa e che abbia centrato almeno qualcosa, che le mie non siano solo ipotesi campate in aria (dimmi che non è così!! ç__ç) Aggiorna al più presto! :D

zex

Nuovo recensore
08/05/11, ore 11:51
Cap. 13:

bene bene finalmente è arrivato il nuovo aggiornamento!!!l'ho letto immediatamente...anke se sto recensendo solo adesso...wow...un capitolo abbastanza struggente eh??ho provato mille emozioni diverse ad agni pezzo..partendo dalla confusione e depressione di izaya fino alla tenerezza e comicità di shizuo(Ruben Andyou mi ha fatto morire da ridereXD)...e sconvolgimento totale quando sono insieme...bè sicuramente in questo capitolo abbiamo visto una parte di Izaya completamente nuova..ma ti dirò anke se esce un pò fuori dallo stile del personaggio mi ha stravolto comunque...anke perke se dovessi immaginare una reazione diversa di Izaya vorrei immaginarmela proprio come l'hai descritta  tu...quindi questo capitolo per me è stato perfetto...ma poi come fai a scrivere cosi bene e descrivere ogni particolare catturando l'attenzione di chi legge???ti invidio tantissimo...sei bravissima e hai un talento fantastico...ormai adoro questa fanfiction e sono sicura che l'unica cosa negativa che potrei dirti è aggiorna spesso!!!(ma ovviamente comprendo perfettamente ed è giusto cosi..)...ora piu che mai vorrei leggere immediatamente il seguito...voglio proprio vedere cosa succederà tra i due....non so perke ma mentre leggevo il capitolo e lo stato di Izaya..speravo un pochino che il ragazzo si sfogasse con Shizuo...ma non l'ha fatto e Shizuo non mi sembra che abbia cmq tutto sommato compreso benissimo Izaya...se no non l'avrebbe cacciato dall'auto...comunque non avrei trovato una conclusione migliore al tuo capitolo per questo ti ripeto che mi è piaciuto tantissimo....ok adesso ti lascio e ti riempio ancora di complimenti...bravissima!!!tua nuova lettrice XDXD!

Nuovo recensore
08/05/11, ore 11:14
Cap. 13:

è una giornata e mezza che rifletto su cosa scrivere nella recensione.
A dir il vero, alla prima letta *quella dell'1 e mezza* il capitolo mi aveva mandato sensazioni contrastanti. Le varie idee mi sono piaciute molto: l'incubo iniziale ed il rifiuto dell'aiuto di Mairu, l'alcool ed anche quella gitarella ai confini del mondo conosciuto e non. xD Sono però rimasta...un pò a bocca asciutta, posso dirlo? ç_ç" *venne picchiata*
Non c'è stato quell'ammaliamento che ho provato su tutti gli altri capitoli.
Ho pensato fosse colpa dell'ora e così l'ho riletto altre due volte, mi è sembrato più scorrevole ma ancora non ho provato quella sensazione dei capitoli scorsi. Non so se sia da imputare all'altalenanza dei fatti: prima si, poi no, poi si e poi ancora no. Mi sono sentita frustrata, ecco! u_u (come Shizuo xD)
Mi sono anche sforzata di studiarlo più nei particolari e devo dire che oggettivamente, andava tutto bene. L'IC c'è. Izaya è ubriaco quindi è inutile porsi anche la domanda, o almeno io la penso così.
Meravigliose, nella parte centrale, le scene del bisogno di violenza di Izaya -se sia perchè non si ritiene "degno" di dolcezza e amore (come dice lui stesso prima) o per il desiderio di dimenticare l'altro fino ad arrivare quasi a distruggersi (alcool e dolore fisico), ancora non l'ho capito- e quella dei cocci dove Izaya invece si fida di qualcuno, o almeno diffida un pò meno. Il fatto che Shizuo, non gli "creda" infondo è compresibile, Izaya è ubriaco, lui è stanco ed ancora vede il loro rapporto come odio e desiderio sessuale, fine. E poi, è una creatura protozoica, che si può pretendere?! u_u
Invece, la cornice a queste due considerazioni (scommettiamo che ho perso qualcosa per strada o mi sono inventata tutto?! è_é") mi ha lasciato indifferente. Probabilmente è anche giusto così. Shizuo non pensa abbastanza, non è nemmeno una sua prerogativa a dir il vero xD, è impegnato a cercare di vedere i bisogni immediati di Izaya, anche alla fine, gli apre il finestrino (il che è decisamente positivo per il povero Izaya) prima però di cacciarlo fuori dall'auto. L'ha aiutato, ma probabilmente non abbastanza rispetto alle esigenze di Izaya, che comunque non ammetterà mai.
Questo per la parte centrale, quella inziale invece mi è piaciuta, veramente molto, insieme a quella finale.
Lasciarlo là, da solo, come se alla fine avesse raggiunto il livello massimo di sopportazione. Il che...effettivamente... è nella indole di Shizuo. Lo ha sopportato finché era ubriaco, debole ed un certo senso...anche se stesso, con  le sue paure e la mancanza di autocontrollo che invece solitamente lo contraddistingue, quasi provasse pietà per lui. Poi, nel momento in cui riprende la sua maschera, lo molla là. Neh, neh! E adesso come fa a tornare a casa?! ç__ç" Eppure Izaya, non era certamente forte in quel momento, a mio parere. Baka Shizuo!!! è_é"

Alla fine, posso dire che il capitolo mi è piaciuto ma mi ha lasciato una sensazione di indifferenza nella parte centrale. Perdona questa baka che chiede l'impossibile... ç_ç" *era tentata di non recensire nemmeno*
Diciamo che, mi è piaciuto meno, degli altri, ecco. u_u"
Fissie, non badare agli scleri di questa baka sottoscritta e rassicurati, scrivere una fanfic simile è veramente da pochi. Complimenti come sempre. ^-^ *e lo dici dopo averla bastonata?! Si picchia da sola*
Bie Bie
Kisa.

Recensore Master
08/05/11, ore 00:15
Cap. 13:

Devo commentare, assolutamente.
Sono inciampata su questa fanfiction tempo fa e già dalle prime righe me ne sono innamorata.
Lo stile di scrittura, le frecciatine, le frasi e ogni più piccola sfacettatura è una gioia per gli occhi e per il cuore.
In ogni capitolo riesci a tirar fuori un emozione diversa, e dio, è sublime come cosa. Veramente tanti complimenti >w<
Ridere, piangere, capottare dalla sedia e ritrovarsi a rotolare per il troppo ridere, angosciare, spaventare, arrabbiare...un elenco di cose che potrei dirti mi suscita ogni capitolo
La caratterizzazione dei personaggi pooi, accidenti, ogni singolo pg ha il suo carattere, è lui
Questo ultimo aggiornamento che hai postato è stata una vera coltellata, già dall'inizio, per come hai presentato una parte di izaya che semplicemente stringe il cuore. Il susseguirsi poi degli eventi, Shizuo così modestamente idiota ma amabile per quanto non nasconda il fatto che la violenza lui la odia ma non riesce a reprimerla
Gaw, divago troppo ma devo dirtelo che sei magnifica +w+ io ti osannerò a vita
E naturalmente ti perseguiterò finchè non aggiorni, perchè accidenti ha fatto male questa ultima scena, ma dio quanto Shizuo ha fatto bene.
Pensare a tutto quello che ha dovuto patire, principalmente dal suo cervello bacato, seguito dal suo carattere e dalla voglia di essere buono, di essere una persona che fa del bene e il comportamento di izaya che alla fine gli ha dato una bastonata sui così detti.
Izaya naturalmente essendo all'oscuro di quello che ha fatto, pensa che a Shizuo non importi un fico secco di lui o forse divagamente dopo sbornia.
Gaw ç_ç aspetterò impaziente nel mio angolino silenzioso *W* ancora complimenti

Recensore Veterano
07/05/11, ore 19:31
Cap. 13:

L'aggiornamento, l'aggiornamento, l'aggiornamento!
Non potevo perdermi questo capitolo!
Che dire?
Magnifico.
Mi è piaciuto molto: cattura. Questa capitolo cattura.
Non ho scollato gli occhi dallo schermo finchè non l'ho finito.
Mi ha provocato tensione, mi ha scosso.
Quoto Crapa per la caratterizzazione dei due personaggi.
Shizuo mi è piaciuto particolarmente, hai messo a nudo i suoi pensieri, il suo vero essere.
Quella gentilezza, celata sempre dal suo modo burbero di fare, qui è venuta fuori.
Secondo me avrebbe proprio agito in questo modo, avrebbe detto quelle esatte parole!
Per quanto riguarda Izaya, invece, sono un po' perplessa. Non mi è piaciuto molto il suo modo di comportarsi, me lo aspettavo più... "ragionevole"?
Forse meno impulsivo, soprattutto per la scena dei piatti.
Però capisco anche che, avendo subito tutto ciò ed essendo psicologicamente fragile, da una parte ci si poteva aspettare questo comportamento. Solo che forse hai calcato troppo sul suo malessere, non in modo eccessivo, ma non l'ho apprezzato del tutto.
Questo non toglie che io da una parte l'abbia molto gradito, perchè comunque lo hai sempre "controllato".
Sì, scrivo arabo, perdonami XD
Sappi, però, che questo capitolo mi è piaciuto molto - lo ripeto u.u -, perchè è successo tanto e tanto è venuto a galla!
Il tuo stile rimane sublime: hai comunicato il tutto per il meglio, le parole sono entrate dentro, mi hanno colpita, mi hanno tolto il fiato.
Complimenti per la padronanza del linguaggio, chiaro ed espressivo.
Perdona quella piccolissima critica, è solo una mia opinione!
Aspetto con ansia il prossimo capitolo!
Un saluto e un bacio :3
(Recensione modificata il 07/05/2011 - 07:31 pm)

Nuovo recensore
07/05/11, ore 17:48
Cap. 13:

Occhei, sto smadonnando in arabo perché mi si è cancellata tutta la prima recensione.
Bene, dicevo. °W°
Scrivo adesso perché temo che tra qualche giorno non avrò più nulla da dire, ergo mi affretto subiterrimo. 
Ho temporeggiato, fino ad adesso, perché tremavo alla sola idea di poter dire qualcosa di offensivo, o che ti demotivasse, che è l'ultima cosa che desidero fare a questo mondo. Ma non posso mentire, e se posso, vorrei anche indirizzarti a migliorare: quindi sono qui.
Il capitolo nel suo insieme non mi ha convinto. Ma prima di sottolineare cosa non mi è piaciuto, voglio farti i complimenti per i tratti che ho amato davvero.
Shizuo. Non smetterò mai di ripeterlo, ma è il personaggio meglio caratterizzato dell'intera fanfiction e che abbia mai letto in genere. È difficile scrivere di lui, eppure tu ci riesci, eppure riesci a far uscire tutto ciò che è disordinatamente aggrovigliato dentro quei due metri d'uomo platinato. Ho adorato quei suoi pensieri così tremendamente shizuosi (?), i suoi dubbi, le sue incertezze, i mille rimorsi, la volontà di occupare un podio nella vita di Izaya, di essere il solo per lui, anche a costo di essere odiato e di dover nascondere a vita i suoi sentimenti. La descrizione del rosso in ogni sua sfumatura affibiata alla figura di Izaya, l'immagine di un rosso violento che fa apprezzare appieno il significato dell'intera fanfiction... se dovessi scegliere un pezzo rappresentativo dell'opera, prenderei questo. 
I passaggi repentini dal suo stato di arrapamento eccelso (??) a quello di lucidità, che culminano nella domanda terribile 'Pensi che io sia un mostro?', rivolta forse più  a se stesso che a un inconsapevole Izaya, mi hanno fatto rotolare via il cuore. 
Il 'Non stava cambiando assolutamente nulla' fa male, mozza il respiro, all'inevitabilità di quanto stia per accadere, a quei sentimenti che corrono all'impazzata su un binario che porterà al triste epilogo, e che non si può dirottare in alcun modo. La conclusione, poi, l'ho amata, quella di Shizuo era esattamente 'la manifestazione più acuta ed esasperata' di quella rabbia e quel rancore che porteranno alla rottura. 
L'unica cosa che di Shizuo non ho gradito, a dire il vero, è il fatto che sia gay. Io lo vedo più come una creaturina asessuata, ma non gay. Se così sembra, penso, è perché Izaya ha fatto sì che fosse questo lato di sé a uscire. Ma è un punto di vista opinabile e non posso criticare.
Andiamo a Izaya.
A essere onesta, c'è davvero poco che mi è piaciuto di Izaya. Ho capito la necessità di annullare la sua personalità con l'ubriacatura, ma non credo che un carattere come quello di Izaya possa essere frantumato a tal punto. Persino nella scena iniziale non mi sono sentita convinta, non sono abituata a un Izaya che cade a terra con un tonfo, ma a uno felino che cade sempre in piedi; non sono abituata a un Izaya che piange e vaga come un sonnambulo, succube di quel passato così triste e malinconico di cui si è nominato dio e sovrano. L'attacco a Mairu è un pugno nello stomaco, una cattiveria gratuita, mentre apprezzo la sua lezione di vita, ma non riesco a immaginare un Izaya che pensa di non meritare qualcosa. Le sue parole sono fredde e dure, come le mani del mostro che affolla i suoi incubi, e sembra che la sua figura finirà per coincidere con quella di lui. Pertanto, potresti obiettare, l'Izaya di ora non è il burattinaio di ventitre anni che spia la sua scatola dei giochi da un'alta vetrata, ed in fondo è naturale: ma per come vanno le cose, sembra che l'Izaya di ora quel burattinaio non lo possa diventare.
Il rischio era di andare OOC e ti ci sei avvicinata parecchio, ma nell'ultima fase della sua ubriacatura quei riferimenti sottili e allo stesso tempo palesi ed evidenti mi hanno spiazzata, e quello 'Shizu-chan' ripetuto come una litania mi ha fatto morire davvero, stavo già scrivendo testamento ma (s)fortunatamente non mi sono sciolta del tutto. Le considerazioni così innocenti di Shizuo, legate alla sua realtà, quella in cui la famiglia è il tuo nido e la tua unica certezza, sono pugnali conficcati al petto. Sei sempre la migliore, nella scelta del modo di raccontare.
Il fatto che io abbia gioito al ritorno della solita troia, beh, è scontato. 
Beheccoio.
SCUSAMI ;AA;
LO SO, SONO CONSAPEVOLE DI ESSERE UNA ROMPIPALLE DI DIMENSIONI COLOSSALI E TI PREGO DI PERDONARMI. 
Ma davvero, la mia impressione del capitolo, di Izaya, si avvicina più a Skins che a Durarara. Che potrebbe essere un espediente interessante di narrazione, ma non l'ho davvero apprezzato. 
Però, sappi che continuerò a leggere come sempre e con la stessa passione, e che un solo capitolo che non mi è piaciuto e preciso, non integralmente, non significa proprio niente.
Potrai amarmi ancora? ç^ç
-Sellah