Recensioni per
Scenes From a Memory
di mask89

Questa storia ha ottenuto 124 recensioni.
Positive : 124
Neutre o critiche: 0


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
[Precedente] 1 2 3 4 5 6 7 8 9 [Prossimo]
Recensore Master
26/07/21, ore 11:35
Cap. 6:

Buongiorno, carissimo ** rieccomi a proseguire l'avventurosa tesi di Carlotta: quando leggo questa long io ti assicuro che non so mai se ridere o inquietarmi male, e in questo capitolo direi che ho fatto entrambe le cose, considerato che il finale fa accapponare la pelle. Le cose finora scoperte da Carlotta sono mooolto interessanti, e mi stanno facendo sempre più pensare che alla povera Contessa non sia esattamente capitato un incidente, anche se forse è ancora troppo presto per dirlo. In ogni caso, pare che il marito avesse veramente bisogno di lei, e che la sua morte non abbia giovato alla sua musica, pertanto se è stato lui a giungere a un gesto tanto estremo come un uxoricidio, doveva avere davvero un buon motivo... chissà!
Adoro comunque l'ironia con cui stai continuando a costruire la vicenda e soprattutto adoro sempre di più il personaggio di Anna, mi fa morire dalle risate e amo il suo rapporto con Carlotta. Io spero tantissimo che con Filippo la faccia finita una volta per tutte ma non voglio illudermi. Nel frattempo mi unisco all'invidio di Carlotta: spedire tutte le calorie acquisite nelle tette è il sogno di ogni donna ahahahah.
Un abbraccio grande e buona settimana!

Bennina

Recensore Veterano
22/07/21, ore 17:11
Cap. 6:

Ciao! E' passato un bel po' dall'ultima volta che ho recensito questa storia, sono contento di poter continuare!

Carlotta sta lentamente impazzendo, mentre sembra che parallelamente al suo viaggio, la sua amica stia rinascendo a poco a poco, dopo la terribile delusione di aver beccato il fidanzato in flagrante (meno male perché altrimenti il tira e molla sarebbe andato avanti ancora per molto, temo). Si presentano entrambe come due persone che non hanno dormito la notte, ma è evidente come abbiano due diversi stati d'animo e quello di Carlotta non fa che peggiorare a mano a mano che va avanti con lo studio; adesso è arrivato un messaggio direttamente dalla duchessa (?) che è piuttosto eloquente, oltre alle allucinazioni continue di cui la ragazza soffre da un po' di tempo ormai...

Non mi aspettavo una svolta così grossa: le lettere della Duchessa potrebbero essere custodite alla biblioteca De Gemmis, spero che Carlotta riesca a consultarle il prima possibile senza altre brutte esperienze. Che poi, se l'obiettivo della duchessa (o chiunque altro ci sia dietro queste allucinazioni) fosse quello di far scoprire a Carlotta la verità, tecnicamente tutte queste apparizioni rischiano, come raccontato all'inizio della storia, di farla allontanare dalle "indagini" (il suo studio) e quindi di lasciare il mistero irrisolto ancora a lungo...

Mi è sembrato di notare uno stile leggermente diverso da quello dei capitoli precedenti, come se la narrazione fosse diventata più "informale" e Carlotta stesse quasi facendo un vlog della sua avventura, ma forse sono solo io che non leggendo la storia da tempo potrei essermi un po' allontanato dal tuo stile... In ogni caso, è sempre molto piacevole da leggere! In più, il testo è impeccabile! Anche l'impaginazione, per quanto semplice ed essenziale, la trovo veramente gradevole, non so spiegare bene il perché... XD

E' stato un piacere tornare dalla tua storia. Spero di rivederti presto!
Continua così!
Altair13Sirio

Recensore Master
22/07/21, ore 16:44
Cap. 6:

Ciao! Eccomi qui, anche se con un po' di ritardo.
Capitolo che inizia e finisce con la protagonista che si trova a contatto con incredibili esperienze ai confini della realtà, con in mezzo una colazione e un pranzo quasi normali (e ritardi ferroviari più che normali, sfortunatamente).
Hai descritto tutto in maniera scorrevole, gradevole e piena di verve, come farebbe una giovane studentessa che, d'improvviso, si ritrova catapultata in una realtà che non ha nulla a che vedere con la normalità.
Bella la tesi di Maria come autrice delle musiche attribuite al marito: ma anche per Maria D'Avalos si è fatta questa ipotesi?
Infine, l'apparizione della dama svela la chiave del racconto: è stata scelta per scoprire e rivelare a tutti la vera fine di Maria.
Ho solo un dubbio: possibile che non ci siano antagonisti tra lei e la verità? Solo scaffali polverosi? O qualche altro fantasma che proviene dal passato?
Ti auguro un'ottima serata. Alla prossima :)

Recensore Master
21/07/21, ore 18:34
Cap. 3:

Ciao! Ed eccomi qui per l'attività "ti dedico una recensione" del Giardino, mi fa piacere passare anche questa volta da te e devo dire che questo capitolo è stato molto interessante, anche se lo potrei definire quasi di passaggio per il modo in cui l'hai voluto chiudere.
La protagonista è ben delineata, mi piace il suo carattere e il modo in cui sfrutti il suo punto di vista: mi viene semplice empatizzare con lei, e mi ha fatto sorridere il suo desiderio di vedere la sua amica Anna felice con un uomo che la merita, è una situazione molto comune, purtroppo. 
La scritta ambigua che Carlotta ha trovato nel suo quaderno è sicuramente un segnale allarmante, non è che qualcuno di pericoloso sa che lei sta indagando sul misterioso omicidio e vuole depistarla tentando di spaventarla con una minaccia? Non credo che si tratti di un semplice scherzo di un conoscente, e tutto ciò che circonda questa morte di tanti anni fa mi lascia la voglia di scoprire che cosa ci sia dietro. 
Carlotta continua a lavorare alla sua tesi, l'argomento che ha scelto non è facile, ma trova una pista importante andando dalla Contessa Francesca Altavilla-D'Avenia, che è una lontana antenata di Maria. 
E cosa esce fuori? Anche Francesca trova ambiguo l'omicidio dell'antenata, tempo fa aveva indagato anche lei sul caso e si è accorta che qualcosa non tornava. I libri antichi che Francesca ha voluto dare a Carlotta per indagare a fondo sull'omicidio sono importanti, aprono la pista di questo caso come il fulcro della storia in cui ci stiamo entrando sempre di più. Lo stile che usi mi piace, è pulito e con un buon uso dei dialoghi, la grammatica è impeccabile, quindi ti faccio i miei complimenti e alla prossima!

Shakana

Recensore Master
19/07/21, ore 11:43
Cap. 5:

Ma il secondo marito della Contessa era per caso Robert Baratheon? :P pffff perdona la battuta ma quando ho letto la modalità della sua morte non è potuto non venirmi in mente ahahahah.

Mamma mia, il sogno di Carlotta è veramente super vivido, difatti per un momento ho creduto che si trattasse di un flashback, e sono quasi rimasta disorientata quando alla fine si è ritornati al presente mediante la sveglia. Certo che non vorrei davvero essere al posto di Carlotta, rischiando infarti a ogni piè sospinto, per colpa di questo... non so come chiamarlo: fantasma? Che sta cercando in tutti i modi di comunicare con lei.
Nel frattempo abbiamo l'entrata in scena di un nuovo magnetico personaggio: questo Carlo sembra quasi troppo perfetto per essere vero. Di modi squisiti e con l'aspetto di un angelo... dove sta la fregatura? E che carina è stata Giovanna a fare da cupido fra loro due, sebbene inizialmente paresse interessata anche lei. Forse non si preoccupa più di tanto perché Maria è sposata O.O mumble mumble... a tal proposito, è davvero un peccato che le cose fra i due sposi si siano raffreddate a tal punto: proprio non capisco il perché del comportamento di lui, a meno che non abbia un'amante.

Non vedo l'ora di proseguire, nel frattempo ti rinnovo i complimenti e ti mando un abbraccio ♥

Benni

Recensore Master
18/07/21, ore 19:39
Cap. 3:

Eccomi tornata per proseguire le vicissitudini di Carlotta.
Che troviamo concentrata e più che mai motivata nel proseguire a pieno regime con la stesura della sua tesi. Dopo l'intervallo che si è concessa insieme all'amica Anna è arrivato il momento di riprendere il lavoro. Tra l'altro ha anche avuto modo di testare la sua pazienza visto che il fidanzato di Anna a quanto pare risulta essere molto molesto. Deve farsi perdonare l'ennesimo tradimento a discapito della sua ragazza e cominciano così la pioggia di irritanti messaggini. A volte mi chiedo se davvero l'amore possa essere così cieco e condizionare a tal punto una persona da renderla totalmente succube di chi le fa del male. Spero che prima o poi Anna si renda conto che ragazzi migliori di Filippo in giro si sprecano.
Tornando a Carlotta, mi dispiace vederla inizialmente così abbattuta per non aver trovato la strada giusta sulla quale indirizzare il suo lavoro. A quanto pare però, qualcuno durante la sua assenza ha gettato l'occhio al suo lavoro, ed è del suo stesso avviso. L'omicidio della contessa nasconde qualcosa di poco chiaro che forse è stato volutamente omesso.
Le supposizioni della tua protagonista trovano un ulteriore riscontro nelle parole della contessa Francesca. Che si mostra molto cordiale e disponibile condividendo non solo il suo pensiero ma chiedendo addirittura di impegnarsi nello scoprire la verità mettendola al corrente di ogni sviluppo. Questo aiuto inaspettato potrebbe rappresentare un importante punto di svolta per la nostra protagonista, e magari nei volumi conservati dalla famiglia D'Avenia potrebbero esserci cose non menzionate altrove. Inutile dire che la descrizione del castello della contessa mi ha colpita particolarmente per la minuziosità dei dettagli e l'attenzione che, come sempre, hai dedicato ad ogni singolo aspetto dell'architettura. Una tua prerogativa che apprezzo sempre molto in chi scrive.
Vedremo quindi cosa troverà Carlotta in questi scritti e come proseguiranno le sue affascinanti e misteriose ricerche.
Ci risentiamo alla prossima, e come sempre, leggerti è stato un vero piacere.

Recensore Master
17/07/21, ore 20:58
Cap. 6:

Buongiorno caro, eccomi! Dopo il colpo dell’apparizione orrida per la protagonista, il capitolo inizia in modo relativamente leggero: la quotidianità della ragazza si mostra in tutta la sua routine, fino a che non incontra Anna. Il rapporto di amicizia che c’è tra loro mi piace un sacco: ridono, mangiano assieme, sono ironiche e ciniche quando serve, si sostengono a vicenda e si vogliono bene, questo ha sapore di genuinità e di amicizia sincera, ciò di cui mi piace sempre leggere.
Il tutto procede con battute ben studiate e un dialogo fluido fino ad arrivare qualcosa che mina all’equilibrio mentale della protagonista, visto che la dama si ripresenta davanti a tutti, e la cosa che più mi intriga è la sua capacità di riuscire a comunicarle ciò che desidera.
Ammetto che una parte di me pensa ad autosuggestione legata allo stress, ma l’altra metà spera con tutta se stessa che si tratti di effettivi fenomeni inspiegabili e saranno sempre più presenti e sconvolgenti. Sento l’ansia proprio atttraverso le reazioni di lei, che sta cominciando sul serio a pensare di avere qualcosa che non va. Amo questa storia e questi risvolti, adoro il fatto che è tutto interpretabile perché tu ci dai la libertà di tentare di comprendere come meglio crediamo questi fenomeni. Mi sento coinvolta, empatica nei confronti della protagonista che si sta mostrando sempre più emotiva e instabile: fino a dove arriverà lei nel passato? E fino a quanto il passato si presenterà nella sua vita, influenzandola?
Alla prossima caro, buon lavoro e buona ispiraizone! :3

Recensore Veterano
17/07/21, ore 11:03
Cap. 5:

Ciaooo!
Eccomi finalmente e ancora scusa per il ritardo!

Sono davvero contenta di scoprire sempre di più sulla contessa e l’espediente di raccontarlo attraverso i sogni di Carlotta lo trovo geniale.

Questo capitolo si può dire che sia suddiviso in due parti: la prima in cui per l’appunto torniamo al passato e la seconda in cui ci reimmergiamo nella vita di Carlotta. Per quanto riguarda la prima parte, posso dire che è stata assolutamente interessante da leggere, sei riuscito anche molto bene a ricreare l’atmosfera dell’epoca. La situazione è abbastanza rilassata, eppure non ho potuto fare a meno di sentirmi un po’ sulle spine, visto il futuro che spetta alla contessa.
Nella seconda parte torniamo a Carlotta. Sono rimasta molto sorpresa dell’apparizione della contessa allo specchio, non me l’aspettavo! Mi chiedo anche se le scritte precedenti, a questo punto, siano state scritte da un morto. Carlotta non mi sembra pazza quindi per ora sono propensa a credere che non sia tutto semplicemente frutto della sua immaginazione, ma staremo a vedere…

Ancora complimenti per questa storia interessantissima!
A presto!

Recensore Master
16/07/21, ore 15:54
Cap. 2:

Eccomi nuovamente...
In questo secondo capitolo facciamo un passo indietro, doveroso direi, e ci addentriamo nella vita accademica di Carlotta. Conosciamo un po' la sua routine quotidiana e scopriamo che le amicizie coltivate negli anni di università hanno per lei un valore ed un'importanza fondamentale.
Cominciano così, in compagnia della sua amica Anna, le ricerche per la tesi di laurea. E veniamo a conoscenza di questa oscura storia che vede come protagonista una duchessa ed un conte dal fascino irresistibile.
Scopriamo subito che la vita della nobildonna è stata costellata da numerosi lutti e tanto dolore. Persino l'ultimo matrimonio non sembra darle quella felicità effimera che ha sempre ricercato anche nelle altre unioni. Fino a quando un efferato omicidio stronca la sua vita e quella del suo presunto amante.
Guarda... io non so se anche questa sorta di "storia nella storia" sia una tua invenzione oppure hai preso ispirazione da qualche fatto realmente accaduto, ma trovo il tutto molto affascinante e ben descritto. Mi piace l'atmosfera in cui tutto avviene, il fatto che ci troviamo in Italia rende tutto più... familiare, più sentito e coinvolgente. Come se la storia da te raccontata potesse avvenire benissimo anche nella mia città ad esempio.
Comunque, tornando a noi, le ricerche di Carlotta cominciano nel migliore dei modi. Vediamo che si presenta come un'ottima studentessa, ansiosa di conoscere, approfondire e continuare gli studi che ha cominciato e che cercherà di portare a termine, almeno come primo step, con questa agognata laurea. Molto stimata e apprezzata dai suoi insegnanti credo abbia davvero tutti i presupposti per una brillante carriera. Ovviamente... le cose andranno in modo diverso, e credo tu voglia portarci lentamente e a piccoli passi verso quel punto di non ritorno che ha segnato un po' lo spartiacque tra l'attuale vita di Carlotta e gli avvenimenti che la stravolgeranno. Quello che posso assicurarti è che continuerò a seguire questa long davvero con piacere. Ormai sono troppo ansiosa di volerne sapere di più, quindi indipendentemente da scambi o altro conto di esserci tra i tuoi lettori. Ti rinnovo i miei complimenti per lo stile e la narrazione. Buon lavoro e a risentirci alla prossima.

Recensore Master
16/07/21, ore 15:28
Cap. 1:

Un capitolo d'apertura interessante e coinvolgente, che cattura subito l'attenzione e la curiosità del lettore.
Cosa sarà mai avvenuto nella vita di questa normale ragazza prossima alla laurea e con un futuro brillante che l'attende?
Ciao Mask... ci siamo già incrociati in giro tra gli scambi, non spesso forse, ma ho un ottimo ricordo di te. Ecco perché sono venuta dritta sul tuo profilo a "sbirciare" qualcosa da leggere e recensire. Ho scelto questa long che è tutt'ora in corso quindi tra i tuoi ultimi lavori e devo dire che già mi intriga parecchio.
Primo perché voglio assolutamente conoscere l'argomento principale di questa tesi di laurea. Un omicidio avvenuto 400 anni fa sul quale Carlotta avrebbe voluto incentrare il suo lavoro. È poi perché la curiosità è un qualcosa che va assolutamente appagato e soddisfatto. Quindi necessito di sapere cosa sia accaduto di così sconvolgente e destabilizzante nella vita di questa ragazza per indurla a pensare che addirittura non ci sia via d'uscita né possibilità di tornare indietro. Una quotidianità totalmente sconvolta e stravolta, quella che ci viene raccontata in prima persona da Carlotta e che ci getta subito nello stato d'animo tormentato della tua protagonista. I racconti narrati in questo modo spesso non sono semplici, a me personalmente piacciono molto perché mi permettono di assimilare appieno lo stato d'animo di chi sta raccontando la propria storia e quindi vivere attraverso i suoi occhi ciò che accade intorno.
Comincia questo viaggio onirico nella mente di Carlotta quindi. Che cosa scopriremo credo che si saprà molto presto. Deduco invece che il terapeutica che la sta seguendo sia già al corrente della situazione e che quindi in qualche modo stia cercando di aiutarla e forse capirci meglio qualcosa anche lui.
Insomma... ci sono tutte le basi e ottimi presupposti per continuare la lettura senza indugi. Sei, come d'altronde mi aspettavo, una ritrovata conferma. Il tuo stile è diretto, chiaro e impeccabile. Complimenti, ci risentiamo a breve.

Recensore Veterano
15/07/21, ore 01:51
Cap. 6:

Ed eccomi qui per lo scambio a catena del giardino.
Qui troviamo le agitate vicende di Carlotta che vanno avanti dopo il traumatico risveglio, dove si è ritrovata a dover anche inventare una scusa con i suoi genitori dopo averli svegliati per il suo urlo, infondo come darle torto ...come avrebbero mai potuto crederle di tali parole?
Ella si vede con Anna, la sua solita amica, che si ritrova a consolare a causa sempre di quello scemo del suo ex, cara ragazza meglio che ci metti una pietra sopra ( di lui) e ti trovi di meglio, state male per un tale essere non ne vale la pena.
Ma...ecco che, mentre lei procede con la ricerca per la tesi di laurea che pare portare anche a degli ottimi progressi, durante la pausa pranzo lo spirito della contessa riappare, mamma mia sta contessa non c'è la fa proprio a cercare metodi meno inquietanti eh? Poi la scritta sul libro...erede? Mmm la cosa si fa sempre più Interessante e i misteri aumentano, che la nostra protagonista sia in realtà una discendente della tanto famosa contessa? Io ammetto di iniziare a sospettarlo, ma magari mi sbaglio, forse è una lontana parente? O forse è la sua reincarnazione? Non resta che scoprirlo andando avanti e io aspetterò con ansia l'aggiornamento,sisi.
Come sempre anche questo capitolo è scritto in maniera perfettamente fluida e scorrevole e soprattutto piacevole, che non stanca mai, errori grammaticali o di battitura non ne ho notati, perfetto.
Ti faccio i miei più sinceri complimenti, continua così e alla prossima ciaoo.

Recensore Veterano
14/07/21, ore 23:25
Cap. 6:

Ciao! Eccomi qua *^* e scusa per la lentezza nel ricambiare la recensione!
Ma che bello che hai aggiornato Scenes from a Memory! Mi mancava leggere le avventure di Carlotta!
Questo capitolo è stato un po' di svolta. Le presenze si sono fatte più reali, si fanno vedere anche in contesti in cui la protaonista non è da sola nella sua camera, ma insieme all'amica. Saranno davvero fantasmi? In ogni caso sembra stiano diventando più potenti, mentre Carlotta è sempre più stanca. Altro particolare inquietante, le ricerche proseguono molto bene, ma sembra che ciò sia possibile perché la diretta interessata ha deciso che deve essete così! Carlotta è stata scelta come erede! Che significherà? Sarà destinata a morire? Spero che il fantasma intenda qualcosa di meno pericoloso 😱
Nel frattempo Anna sembra aver capito la lezione, ma Sarà vero? Ummm... speriamo!
Come sempre, ottimo lavoro!
Non vedo l'ora di leggere il seguito!
A presto!

Misa

Recensore Master
14/07/21, ore 12:11
Cap. 6:

Ehilà!
Sono sempre adorabili le considerazioni che fai sui mezzi di trasporto che conducono a Bari e in questo caso non dal nord barese ma bensì ad una simpatica coincidenza in quel di Triggiano! I know that feeling!
In effetti la scusa della doccia non regge e sarà meglio inventarsi qualcosa per il ritorno da spiegare a mamma e papà!
Azz, Anna ha un'abbondante quarta coppa D? E te credo che Filippo c'ha bazzicato vicino per così tanto tempo! Ehm, cioè volevo dire uh che stronzo Filippo, brava Carlotta! XD XD XD!
Passando alla parte seria, beh già avevo un mezzo sospetto nel precedente flashback che Fabrizio avesse sfruttato il talento della moglie per fare faville nell'ambiente musicale dell'epoca e le recenti scoperte della nostra sembrano confermarlo. E con la biblioteca a due passi dove poter reperire (finalmente!) l'intero suo corteggio sono già due bei colpacci per Carlotta!
La sua grande razionalità e il suo pragmatismo continuano tuttavia ad essere pregio e difetto: ancora in difficoltà nell' elaborare che i fantasmi possano in effetti esistere e non soltanto essere proiezioni della psiche, perde nuovamente il suo self-control. Sicuramente anche la nobildonna potrebbe però smetterla di fare entrate in scena così teatrali.
Magari riusciranno a trovare un punto d'incontro? Speriamo bene o la povera Carlotta rischia di andare a far visita ad un reparto psichiatrico molto presto!
Un altro bel capitolo!
Un saluto e a presto,
Will D.

Recensore Veterano
14/07/21, ore 00:50
Cap. 5:

Ed eccomi qui per la prima delle tre recensioni che ti devo.
Qui troviamo quella che pare, a prima vista, un ricordo della nostra famosa contessa, il ricordo di quando lei ha conosciuto il suo amato Carlo. Questo è avvenuto durante una di quelle prestigiose e noiose feste cosiddette mondane, dove lei si ritrova a pensare alla sua vita, di cui non è assolutamente soddisfatta in quanto è stata costretta a un matrimonio combinato, con un uomo che non ama e che non la soddisfa, ma qui pare tutto cambiare quando appunto conosce Carlo, un uomo che si rivela diverso dagli altri, un uomo gentile e che sembra capirla dal primo momento, tanto che la accompagna fuori dalla sala quando capisce che lei si annoia a quella rappresentazione patetica del principe, e direi che lo era eccome con quest'ultimo che non sapeva recitare e gli altri attori che presi dal tutto si ubriacano e vomitano, decisamente uno spettacolo raccapricciante e con un terribile odore, sarei voluta scappare pure io xD.
Così i due escono e...ecco che tra loro scoppia la passione, si sono appena conosciuti ma a loro non pare importare, loro già si amano e va bene così.
Ecco qui che il flashback si rivela un sogno della nostra Carlotta, io già lo sospettavo ma mai dire mai e invece ci avevo preso in pieno xD, Carlotta dopo quel sogno che le è persino piaciuto decide di iniziare la giornata lunga e faticosa che l'aspetta con quella che dovrebbe essere una rilassante doccia ma che invece si rivelerà tutt'altro; infatti ecco che quando si specchia le appare davanti il riflesso della contessa da prima sorridente, poi triste e infine insanguinata. Questa scena de dire mi ha messo i brividi, gli specchi mi inquietano un sacco nell'horror e nelle cose che gli assomigliano e di conseguenza anche le scene che hanno a che fare con essi, al posto di Carlotta avrei proprio reagito uguale ^^" con un urlo, mamma mia che colpo, vedere una cosa che non c'è nello specchio penso sia la cosa più spaventosa che ci possa essere, inoltre sono convinta che il sogno di Carlotta non sia un semplice sogno, ma che sia lo spirito di Maria che gli elli faccia avere, in modo che lei indaghi e scopra così la verità sulla sua morte, non so a me ha dato sta idea , probabilmente mi sbaglio xD.
Come sempre lo stile è perfettamente fluido e scorrevole, errori grammaticali o di battitura non ne ho notati, quindi perfetto .
Ti faccio i miei più sinceri complimenti, continua così e alla prossima, ciaoo.

Recensore Veterano
14/07/21, ore 00:07
Cap. 6:

Ciao, eccomi qui per lo scambio libero.
Sono contentissima che hai aggiornato la storia di Carlotta, cavoli, mi mancava questa ragazza con le visioni.
L'avevo lasciata che urlava come un ossessa in bagno, dopo avere visto la contessa sgretolarsi e grondare sangue allo specchio.
E te credo che la famiglia non le ha creduto quando ha detto di essere scivolata, ma daaaaaiii!!!
Cmq eccola lì, con la sua amica in quel di Bari a fare colazione prima di studiare insieme a lei in biblioteca. E anche l', il fantasma non si risparmia.
Ma prima... torniamo a quanto scoperto dal secondo libro della contessa. Eh, in pratica lei produceva spartiti e il marito si prendeva il merito, tipico di un epoca dove le donne valevano meno di un calzino bucato. Non che ora le cose siano cambiate molto, ma almeno sono migliorate.
E così, dalla morte della contessa, nessuno ha più potuto leggere gli incartamenti, nemmeno gli eredi generazioni dopo. E lei lo potrà fare. Che culo.
E torniamo all'apparizione number 2... ma questa tizia si diverte a fare prendere dei coccoloni alla povera Carlotta? Non so come abbia fatto a dominarsi.
Le sue parole lasciate scritte, a me personalmente, avrebbero intrigato e galvanizzato... “Ti ho scelta come mia erede. Scoprirai la vera storia di Maria D’Avenia.” Ma volentieri - avrei risposto - quando vuoi, ma cerca di parlarmi invece di lasciarmi messaggi scritti, che saresti meno inquietante, grazie.
E dai Carlotta, prendi coraggio e parlale tu per prima, invece di urlare come un'ossessa ogni volta.
Aspetto con ansia il prox capitolo. Al prox scambio, ciao, Chiara.

[Precedente] 1 2 3 4 5 6 7 8 9 [Prossimo]