Recensioni per
Contro Ogni Ragionevole Previsione 2 - Oltre Ogni Aspettativa
di crazyfred

Questa storia ha ottenuto 46 recensioni.
Positive : 46
Neutre o critiche: 0


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
[Precedente] 1 2 3 4 [Prossimo]
Recensore Master
08/08/22, ore 09:40
Cap. 16:

Ciao crazyfred. Lavoro, lavoro e lavoro per Alex e alla fine chi puó risolvere la situazione? Maya. Ho letto con interesse il suo dialogo con Alex e mi dispiace vederli distanti ma in qualche modo penso che potranno di nuovo stare insieme. Ho sorriso nel leggere l'espressione "l'imboscata di Bonelli." Andando avanti nella lettura non una ma due imboscate a Maya da parte di due Bonelli. La parte per me piú significativa di questo capitolo é stata quella con Cesare. Che dolce quando ha detto che lei Alex gli ricordano lui e la moglie. Emblematico quello sguardo malinconico. Attendo che Alex faccia qualcosa. La sfumatura grigia dona speranza. Al prossimo capitolo. Un caro saluto.
(Recensione modificata il 08/08/2022 - 09:42 am)

Recensore Master
05/08/22, ore 23:14
Cap. 12:

Ciao CrazyFred, come stai?
Eccomi a commentare un nuovo capitolo. Questo epilogo me lo aspettavo ed era annunciato, se così vogliamo dire, perché sono stati i comportamenti dei protagonisti a indirizzarli verso questo esito.
Come sempre, quando un rapporto finisce, la verità sta nel mezzo e le colpe vanno ripartite, anche se non sempre in pari uguali.
Per come la vedo io anche Maya, nel suo piccolo, ha una parte di colpa: quella di aver taciuto il suo malessere, per poi scoppiare inevitabilmente. Sarà perchè sono una persona sempre abituata a dire quello che le passa per la testa, ma l'esperienza mi ha insegnato che a nulla serve tacere, perché si accumula solo tanta rabbia, che porta poi ad esplodere.
Dall'altro lato, però, non la condanno ma, al contrario, la capisco: il suo è un errore scusabile, perché Maya ed il suo sguardo triste avrebbero dovuto far capire ad Alex le sue colpe; lei, giustamente, non pensa che avrebbe dovuto esprimere a voce alta i suoi malumori, perchè, più semplicemente, avrebbe dovuto essere lo stesso Alex a rendersi conto che stava sbagliando o, meglio ancora, a non comportarsi come si è comportato.
Alex - ed è inutile negarlo - ha dato Maya per scontata ed ha visto solo quello che voleva vedere. Si è messo al primo posto in tutto: soltanto per lui è una situazione difficile; soltanto lui ha il lavoro da gestire; soltanto lui è super impegnato tra lavoro e famiglia. Alex, ancora una volta, si dimostra egoista, guardando solo a sé stesso.
Per carità, è un uomo in carriera ed un padre, e Maya queste cose le sa ed è per questo che lo ama. Ma quando ha avuto la certezza dell'amore della sua donna, Alex ha dimenticato che i rapporti vanno coltivati giorno per giorno, e ha agito con superficialità e strafottenza.
La sua assenza, fisica e mentale, ha portato Maya a stare troppo da sola e a far emergere tutte le fragilità ed insicurezze che la donna si porta dietro. Alex dimentica gli appuntamenti o non si presenta, senza nemmeno avvisare del suo ritardo; o mette qualsiasi altra cosa prima di Maya: i figli, il lavoro, il viaggio a Parigi, la presentazione. La cosa più brutta è il fatto ce vada sempre di corsa, non si faccia trovare mai accanto a lei nel letto ma sostituisca la sua presenza con un bigliettino. In quell'ultima mattina ho il sospetto che Alex non le avrebbe lasciato nemmeno quello ma se lei non si fosse alzata per tempo avrebbe trovato ad aspettarla solo un caffè freddo e una casa troppo vuota.
Il silenzio crea muri e acuisce le insicurezze. E mettendomi nei panni di Maya anche io, come lei, mi sarei sentita come l'altra donna, quella da cui si fugge appena si ha un momento, quella che si inserisce tra un impegno di lavoro e la famiglia.
E di fronte all'ennesima mancanza Maya è scoppiata, tirando fuori tutto quello che si portava dietro da settimane. Ed Alex non ha fino in fondo compreso quello che Maya gli ha urlato contro: ha creduto davvero che lei volesse di più e che si lamentasse di cose che già sapeva dall'inizio della loro storia. Ma non ha capito nulla: Maya sapeva già le difficoltà di lui; quello che non immaginava è che Alex dimenticasse che anche Maya ha una vita e che lui sta dando per certo di trovarla sempre lì ad aspettarlo.
Maya, come ha ben detto, ha la sua vita e non vuole passare un'esistenza interna nell'ombra, ad aspettare che il suo uomo si accorga di lei di tanto in tanto. Se un tempo l'idea di accasarsi giusto per avere un marito, da cui essere anche distante anni luce, poteva andare bene, ora Maya - la nuova Maya, quella che è cresciuta e che ha rimesso in piedi la sua vita, riscoprendo nuove priorità e dando importanza ai rapporti; quella che ha provato l'amore, quello vero e il benessere che ti può donare, che ha capito cosa significa voler essere una famiglia, una coppia, un insieme - vuole di più perchè sa di meritare di più. Adesso, a Maya le parole non bastano più: lei non ha mai detto "ti amo" o "amore", ma i suoi gesti
Il momento in cui si lasciano andare a quel rapporto carnale, passionale, di sesso ed amore, di dolore e passione, è ancora una volta l'emblema di quanto Maya ed Alex, in questo momento siano lontani l'uno dall'altro. Per Alex affondare in Maya - in quella Maya così battagliera e forte, fonte della sua gioia e del suo benessere - è un modo per acquisire forza e sicurezza, come se solo con lei lui riuscisse ad arrivare lontano e a potere tutto.
Per Maya, invece, quel rapporto è una sorta di addio rabbioso. Lei cede a quella passione travolgente e a quell'amore doloroso, incapace di negare la forza di quel sentimento impetuoso. Ma, razionalmente, si riesce a guardare dall'esterno e si rende conto che in quel momento l'uomo davanti a sé non è più il suo Alex, ma è un surrogatore di quel che era l'uomo che l'ha fatta innamorare. E, in quel momento, capisce di stare solo facendo sesso, con il suo capo, e non l'amore con il suo Alex. E decide di chiudere, mettendo un punto a quella che è stata la cosa più bella della sua vita, consapevole che così non si può più andare avanti. Maya, ora, vuole solo verità nella sua vita, non accontentandosi più di una bugia.
A presto, un abbraccio

Recensore Master
31/07/22, ore 12:04
Cap. 15:

Ciao crazyfred. Sono stata lieta di ritrovare Alex e lo troviamo immerso nei suoi pensieri. Ho immaginato Giulia deliziosa nel suo vestitino azzurro. Molto bello il regalo di Alex al nipote e ho sorriso nel leggere quanto abbia detto Cesare riguardo il fatto di sentirci bene. Mi é piaciuto leggere della famiglia di Alex i modo particolare ho letto con interesse il dialogo dell'uomo nel finale con suo padre. Alex deve proprio trovare il modo di riprendersi Maya. Al prossimo capitolo. Un caro saluto.
(Recensione modificata il 31/07/2022 - 12:06 pm)

Nuovo recensore
28/07/22, ore 12:03
Cap. 15:

Capitolo molto carino anche se mi aspettavo la seconda parte dell'altra storia. Mi fa morire il burbero Cesare😅. Il povero Alessandro sta invece proprio sotto un treno!!

Recensore Master
19/07/22, ore 10:35
Cap. 14:

Ciao crazyfred. Mi fa piacere continuare a commentare questa tua storia. Penso che a Maya abbia fatto bene questa serata tra amiche. Tutto tranne l'incontro con questo Manuel. Emblematica l'espressione "ho confuso il lavoro con l'amore." Ho letto con interesse la conversazione con Betti. Leggendo il finale posso comprendo lo stato d'animo di Maya. Vedremo se nel prossimo capitolo troveremo Alex, cosa sta facendo e quali sono i suoi pensieri. Io spero che lui e Maya possano tornare insieme anche se non sará facile. Una piacevole sorpresa trovare le immagini dei personaggi in base al tuo sentire. Sono d'accordo con la tua scelta, oltre ad Alex e Maya mi hanno colpita Edoardo, Giulia, Lavinia, Matilde, Alice. Forse quella che proprio non immaginavo cosí é Claudia. Al prossimo capitolo. Un caro saluto.
(Recensione modificata il 19/07/2022 - 10:38 am)

Recensore Master
18/07/22, ore 20:37
Cap. 6:

Ciao!
Eccomi arrivata. Mi dispiace molto che Alex è il figlio abbiano avuto una discussione così pesante proprio quando lui e Maya stavano per farsi una bella vacanza. Purtroppo però è comprensibile che Edoardo sia arrabbiato. Non è facile per un adolescente accettare che i genitori si lascino e sicuramente vedere che Alex non ha dato una seconda possibilità alla madre deve averlo fatto soffrire molto. Magari dentro di sé in fondo lo sa che Alex non è così egoista come lo sta dipingendo, ma la rabbia e anche la gelosia che prova nel vedere il padre felice al di fuori della "sua famiglia" sicuramente in questo momento stanno avendo il sopravvento. Maya ha ragione , ci vorrà un po' di tempo. Forse la cosa migliore sarebbe se Maya e Edoardo si conoscessero e frequentassero un pochino, anche se immagino che inizialmente tra loro la situazione sarebbe molto tesa.
In ogni modo penso che Alex abbia fatto bene a partire malgrado le rimostranze di Edoardo, alla fine lui e Maya si amano davvero ed è giusto che le loro famiglie comincino ad accettare la.cosa o quantomeno a farsene una ragione!
E poi sono sicura che alla lunga Maya troverà il modo di farsi accettare da Edoardo! 😉
E comunque Maya non ha la metà degli anni di Alex! 🙄
A presto ♥️
AlbAM

Recensore Master
16/07/22, ore 16:25
Cap. 11:

Ciao CrazyFred, eccomi di nuovo qui.
Oggi sono scatenata: complice il caldo, la voglia di fare cose pari a zero, e il fatto che sia un po' giù di tono fisicamente, mi sto dando alla pazza gioia a recuperare e recensire la tua storia.
Mi ricollego a quanto ho detto nella mia recensione precedente.
Alex e Maya stanno affrontando il momento più difficile dall'inizio della loro relazione. La "luna di miele" è ufficialmente finita e la quotidianità è entrata così di prepotenza nel loro rapporto, da stare minandolo fin nella profondità.
La cosa comune è che, come spesso accade, uomo e donna sono su due binari paralleli, vedano le cose da due punti di vista differente.
Da un lato abbiamo Alex, che crede che tutto proceda a gonfie vele e che il suo rapporto con Maya sia solido e sicuro. E dall'altro abbiamo Maya, sempre più insoddisfatta e sempre più relegata al ruolo di "seconda"; un ruolo che sta iniziando a starle stretto.
Di questo capitolo mi ha fatto piacere cogliere l'evoluzione nel rapporto tra Claudia e Alex. Ho sempre pensato che quando si è genitori bisogna mettere da parte la rabbia e i rancori, per quanto sia difficile, al fine di far prevalere il benessere e la serenità dei figli. Alessandro e la sua ex moglie si sono fatti a lungo la guerra ma credo che questo incidente di Edoardo abbia fatto rimediare ad entrambi il loro modo di agire e abbia fatto capire che devono deporre l'ascia di guerra e trovare un equilibrio. Probabilmente, questo incidente è stato anche un po' causato da loro, sia pur involontariamente: sono stati molto distratti, presi da sé stessi e non si sono accorti del malessere di Edoardo, che si è schiantato con il motorino perché, probabilmente, era con la mente da tutta un'altra parte.
Questo nuovo equilibrio, invece, mi piace molto, perché trovo che sia il giusto compromesso. Come ha detto Alex, si può essere comunque una famiglia, anche se in modo diverso; e si deve portare rispetto a quello che c'è stato in passato.
Se, però, in Alessandro vedo davvero una genuinità, non percepisco lo stesso da parte di Claudia. Non so perché ma ho la sensazione che, in realtà, la donna non abbia ancora messo un punto definitivo al suo matrimonio e che ancora non abbia accettato la nuova compagna del suo ex marito. In quegli inviti a cena strategici e in quella gentilezza così studiata ci vedo comunque una donna che sta provando un riavvicinamento.
Alex, come tutti gli uomini, è forse troppo ingenuo per rendersene conto ma la donna ne sa una più del diavolo.
Lui è così sicuro della solidità del suo rapporto da non mettere in discussione nulla, nemmeno sé stesso e il modo in cui si comporta. Alessandro sta facendo l'errore di dare per scontata Maya, di credere che per la donna sia sempre tutto ok. E il suo modo di fare sta logorando il suo legame con la donna a poco a poco. Non ha avuto nemmeno la premura di avvertirla che non sarebbe tornato a mangiare, così come non si fa più trovare alla mattina, limitandosi a lasciarle dei bigliettini con accanto una rosa.
Maya si sta tenendo tutto dentro. Ma il suo malessere si sta acuendo sempre di più. In un certo senso sta crescendo l'insofferenza di essere messa in un angolo, tenuta all'oscuro di quelli che sono gli impegni del suo uomo. Lasciata costantemente sola, perché Alex, anche quando è in casa, è lontano con la mente.
La sola persona che in questo momento è riuscito a darle un po' di calore è stato Cesare. L'uomo così spontaneo e affettuoso ha riservato a Maya più di un gesto di affetto, chiamandola con un nomignolo molto paterno, riportandola con la mente ai dolci ricordi che la legano a suo papà. In Cesare Maya ha ritrovato un po' di affetto e considerazione, sentendosi di nuovo coccolata da qualcuno, vista la distanza che ora regna tra lei e Alessandro.
Emblematico il silenzio di Cesare di fronte alla notizia dell'assenza del figlio in casa. Nella sua testa Cesare deve aver rimeditato un bel po' e, molto probabilmente, credo stesse condannando l'atteggiamento del figlio. Non so perché ma ho la sensazione che Cesare abbia percepito il disagio di Maya che, alla fine, si può appoggiare solo ad Alex, visto che non è stata ancora accolta in famiglia (e in un certo senso non è stata nemmeno accettata da tutti); e sicuramente l'uomo, dall'alto della sua esperienza, non può non aver capito che il figlio si sta comportando con superficialità.
Io penso sia proprio un difetto di Alex, quello di dare il meglio di sé nella prima fase e poi, quando ottiene ciò che vuole, è talmente sicuro di quello che ha conquistato, da dare tutto per scontato, credendo di trovare le persone sempre pronte li ad aspettarlo. Non lo fa con cattiveria, Alex ama davvero Maya e non farebbe mai, volontariamente, qualcosa per ferirla ma, mettendo sé stesso davanti a ogni cosa, sta mettendo fuori dal suo mondo la sua donna e le sue esigenze.
Credo che Alex abbia bisogno di essere preso di petto, e che la realtà gli venga sbattuta in faccia. E Maya è la persona adatta per questo; su questo profilo Alex deve cambiare e la persona che ti sta accanto, se è quella giusta, deve aiutarti a migliorare te stesso.
A presto 😘

Recensore Master
16/07/22, ore 11:20
Cap. 10:

Ciao CrazyFred, buon sabato e buon fine settimana.
I nostri scambi sono mancati molto anche a me; il confronto tra autore e lettore è forse una delle cose più belle che i siti amatoriali di scrittura consentono, perché permettono uno scambio costante tra punti di vista, sensazioni e impressioni. Sono una fan assoluta delle recensioni e per me tutti dovrebbero lasciare anche solo un rigo, per creare questa necessaria interazione, che accende l'autore di soddisfazione e fa crescere l'interesse dello stesso lettore.
Detto questo, vengo al capitolo.
Vedere Monica e Paolo per Alex e, soprattutto, per Maya è un po' come guardarsi allo specchio.
Le loro storie sentimentali presentano notevoli punti di contatto, e lo scambio con un'altra coppia, che ha vissuto le tue stesse difficoltà è un'occasione di confronto, di crescita e, in un certo senso, anche un modo per trovare un po' di conforto, per sentirsi meno soli. Sapere che c'è chi, prima di te, ha vissuto i tuoi stessi stati d'animo, i tuoi stessi problemi, e cogliere nell'altro le tue preoccupazioni, i tuoi pensieri e i tuoi dispiaceri ti permette di trovare un inevitabile appoggio e ti rassicura sul fatto che sia normale sentirsi così.
Maya, in questa particolare fase del suo rapporto con Alessandro, sta iniziando a sentirsi più insicura e ad avvertire su di sé il peso di un rapporto così importante e pieno di ostacoli messi dall'estero. L'incidente di Edoardo ha creato un nuovo assetto di equilibri: la paura di perdere il figlio ha fatto riconsiderare ad Alex il rapporto con il suo primogenito e, inevitabilmente, lo ha portato a riconsiderare il suo ruolo di genitore e, per l'effetto, lo ha fatto allontanare da tutto ciò non riguardasse i suoi figli, Maya compresa.
Maya sa bene che Alex è un papà e, molto probabilmente, lo ama anche per l'abnegazione e l'amore che vede in lui per i suoi figli. Ma, come è normale che sia, vive male questo distacco traumatico da Alex; e non è solo una mancanza fisica a pesare ma, forse ancor di più, quella mentale, perché Alex è assente e lontano anche quando è fisicamente accanto a lei.
Lo stare da sola con sé stessa, per larga parte del tempo, sta portando a galla tutte le insicurezze di Maya, tutti i suoi dubbi e le sue paure; e quelle parole di Anna pesano come macigni perché, in questo momento, Maya si sente messa da parte. La verità è che, in tutta questa storia, Maya si sente sola: non ha l'appoggio solido e incondizionato della sua famiglia, con Lavinia piena di dubbi e sua mamma all'oscuro di questa relazione; ed inoltre vive il peso della ingombrante famiglia di Alex, che non l'ha accolta per niente bene. Fatta eccezione per il buon Cesare e per la piccola Giulia, tutto il restante parentado è stato ostile e non molto ben disposto verso di lei.
E se prima tutto questo passava in secondo piano perché Alex, con la sua presenza costante e il suo starle accanto, le dava la certezza di quanto il loro amore fosse solido, ora che lui è lontano, Maya sta iniziando a vacillare e, forse, anche a mettere in discussione il loro rapporto.
Le parole di Monica sono balsamo per lei, quella speranza che probabilmente le serviva, perché dopo tanto tempo si è sentita capita da chi è passata per le stesse difficoltà prima di lei. Ed è un po' indice di quanto Alex sia lontano da Maya: l'uomo non si sta accorgendo di quello che accade alla sua donna, mentre se ne accorge una perfetta sconosciuta, perché Maya e Monica sono "amiche" da pochissimo tempo.
Monica ha detto, per me, una cosa sacrosanta: quello strappo, che ha segnato la fine della sua carriera agonistica, e stato ciò che serviva per far decollare il suo rapporto di coppia con Paolo, perché la situazione, come era prima, era insostenibile e li avrebbe portati a rottura sicura. Ed anche per Alex e Maya sarà così - come avremo modo di commentare a breve (ci sto arrivando, visto che a poco a poco rosicchio capitoli). Anche per loro ci sarà bisogno di una rottura, una frattura quasi definitiva che li faccia uscire da quella situazione di empasse: il lavorare insieme, fianco a fianco, il tenere tutto nascosto per paura dei giudizi, la famiglia di Alex e il peso dei loro pregiudizi, sta piano piano logorando il loro rapporto. E occorrerà un cambio radicale, per far ritornare tutto nei binari dell'amore.
Alex, un po' come tutti gli uomini, è egoisticamente egoista e distrattamente distratto. Non solo non vede le insicurezze di Maya ma, con i suoi comportamenti, non fa che acuire i dubbi della sua donna. Basti prendere il viaggio a Parigi: è vero, si tratta di meeting noiosi, e la presenza di Maya li non sarebbe stata "utile". Ma avrebbe potuto rappresentare un'occasione per stare insieme, in un periodo in cui sono così distanti. Senza rendersene conto, oltre ai suoi figli, ha messo anche il lavoro davanti a Maya. In un certo senso cerca di porre rimedio al dispiacere evidente di Maya con la promessa di un grande viaggio, solo loro due, nella capitale francese. Ma Alex non si rende conto che, per Maya, l'esteriorità non conta più: il grande albergo a Parigi avrebbe fatto presa sulla Maya di un tempo, e non sulla nuova Maya, che è cresciuta e ha capito l'importanza delle cose. Ciò che conta non è l'involucro, ma ciò che vi è racchiuso all'interno; e a Maya, ora come ora, non serve un albergo a 5 stelle, ma trascorrere il tempo con il suo amato, viversi.
Ad Alex, come a tutti gli uomini sordi e ciechi e, in un certo senso, anche troppo egoriferiti (non me ne voglia ma lui è un po' vanesio) serve uno schiaffo in faccia.
A presto.

Recensore Master
15/07/22, ore 15:52
Cap. 4:

Ciaooooo!
Ma come son carucci Alex e Maya in questa veste romantica! E trovo molto tenero che Alex voglia spronare un po' Maya a credere di più nelle sue capacità, penso che a lei farà molto bene!
Mi è piaciuta anche la parte dove Maya lascia cadere la maschera e racconta del "metodo Parioli", è stato molto bello vederla mettersi un po' più a nudo con Alex, visto e considerato quanto questa maschera fosse importante per lei. Il fatto che pensi di riuscire a sopravvivere anche senza di essa penso che sia un grande passo avanti, non solo per lei come singolo, ma anche nel rapporto con Alex.
I genitori di Alex invece li vedo ancora un po' diffidenti, ma ci può stare e penso che questa diffidenza derivi in buona parte dalla presenza dei nipoti. Nel senso, se questa separazione avesse coinvolto solo due adulti non penso che sarebbero stati così guardinghi, ma essendoci di mezzo due bambini capisco che si facciano più scrupoli.
Ma in ogni caso, vogliamo parlare del colpo di scena finale?! Non me l'aspettavo assolutamente! Immagino che Cesare voglia verificare in prima persona chi è Maya, vediamo se lei sarà in grado di prendere la cosa nel verso giusto...

Alla prossima,
Simona

Recensore Junior
15/07/22, ore 15:28
Cap. 14:

Spero che Maya trovi un lavoro migliore, che la soddisfi e una persona più adatta come compagno. Alex è troppo vecchio, la trascura sia come compagna sia come collaboratrice. Capisco il problema col figlio, ma mi sembra un po' una scusa per far restare il loro rapporto nel limbo. Lei è stata molto coraggiosa e coerente nel lasciare lui e soprattutto il lavoro.

Recensore Master
14/07/22, ore 22:51
Cap. 9:

Ciao CrazyFred, spero tu stia bene.
Mi dispiace molto essere rimasta così indietro ma sono dei periodi veramente pieni e carichi, e tu puoi capirmi. Sono felice di vedere che si tornata a pubblicare con una certa regolarità. E tanti auguri per tutti i tuoi progetti futuri, nonché per questa storia, che festeggia il suo primo anno di vita.
Questo è stato un capitolo molto intenso, sul piano dei rapporti interpersonali ha cementato dei rapporti, dato delle certezze e riservato anche della sorprese in alcuni casi anche spiacevoli.
In questo capitolo assistiamo al primo, tragici, incontro-scontro tra Maya e Anna, la sorella di Alex.
Maya sapeva di non avere il favore della cognata ma, probabilmente, tutto questo livore immotivato e tutti questi pregiudizi proprio non se li aspettava. Anna ha detto esattamente quello che pensava: per lei Maya è una ragazza giovane di cui il fratello, in piena crisi di mezza età, si è invaghito e per lei ha mandato al diavolo una famiglia; secondo Anna, però, Maya è solo una meteora, un passatempo senza importanza e appena il fratello si sarà stancato di lei passerà alla prossima.
Ha definito Maya una "seconda scelta", andando di fatto a colpirla nel suo punto debole. Maya non se ne fa nulla della stima e dell'affetto di Anna; il suo giudizio conta ben poco. Certo, non le fa piacere non andare d'accordo con la sorella di Alex, ma è pur sempre una persona estranea al suo rapporto e i suoi giudizi lasciano il tempo che trovano. Quello che ha davvero ferito Maya è quello di essere considerata uno svago per Alex, un rimpiazzo della ex moglie. Questo perché Maya ha una facciata: quella di donna forte e sicura si sé. Ma di fondo nasconde tante insicurezze, prima di tutte quella di non essere abbastanza; e queste incertezze si moltiplicano di fronte ai sentimenti, che rendono le persone molto più fragili: Maya per la prima volta si trova a fare i conti con l'amore, e con qualcosa di meraviglioso, un sogno ad occhi aperti che profuma di futuro e di quotidianità. Ed è comprensibile che lei abbia paura che tutto questo possa sfumare, sparire, rivelarsi solo una bolla che scoppia quando si scontra con la realtà (e leggendo un po' il prosieguo, queste mie parole sono più che azzeccate, ma ne parleremo al momento opportuno).
Molto più dolce e tenero il momento tra Maya e la piccola Giulia. La bambina ha una acuta intelligenza e una spiccata sensibilità ed epatia, sembra molto più grande della sua età; e pur nella sua ingenuità, riesce a capire tutto, in particolare gli stati d'animo. Giulia ha colto il dispiacere di Maya per le parole che le ha rivolto la zia; parole che la bambina non condivide perché lei non ha le sovrastrutture e i pregiudizi che hanno gli adulti, ma guarda la realtà e le basta vedere la felicità di suo papà per capire quanto quel rapporto sia giusto. Alla fine i bambini sono sempre una continua sorpresa e la carezza maggiore al cuore ferito di Maya è arrivata proprio da Giulia: da quella bambina così dolce e delicata per la quale basta che Maya voglia bene a suo papà per dare il suo tacito consenso a quel legame.
E per Maya è una sorpresa di come sia riuscita a creare una sinergia così forte con Giulia; una bambina che non è sua figlia ma attraverso cui le risulta facile proiettare idee di famiglia. Per la prima volta Maya si immagina come sarebbe avere una famiglia con Alex e questo, anziché spaventarla, le sembra dannatamente giusto.
Ed, infine, c'è il legame sempre più profondo tra Alex e Maya.
Alex è per Maya "casa", una certezza. La sola presenza del suo uomo, l'averlo accanto, sapere che, nonostante tutto, lui torni da lei e abbia bisogno di lei, rende ai suoi occhi concreto il loro legame e le dà forza e coraggio, riesce a spazzare via tutte le insicurezze e a gettare nel dimenticatoio le parole di disprezzo che le ha riservato Anna.
Maya, ancora una volta, ha capito il momento del suo uomo e ha messo da parte sé stessa, per stare accanto ad Alex, consapevole che lui ha bisogno di lei. Maya non ha voluto dare voce a quelle che sono state le parole di Anna, per non caricare Alex di quell'ulteriore fardello, ben sapendo il delicato momento che l'uomo sta vivendo.
E mai come in questo momento Alex ha davvero bisogno di un supporto e lo trova in Maya, che è ancora una volta la sua ancora, la sua forza e l'abbraccio detto il quale può trovare calore e conforto. Alex non può smettere di pensare che ha rischiato, per davvero pochissimo, di perdere suo figlio e questo ha fatto venire fuori tutte le sue insicurezze come padre, tutti i suoi rimpianti e le sue paure. Ed è crollato, sentendo il peso di quella giornate e delle preoccupazioni che ha portato con sé piombargli addosso. E si è appoggiato a Maya.
Questo episodio - da quanto ho letto più avanti - è stato un po' l'inizio della fine. Alessandro si è trovato a mettere in discussione le sue priorità, e ad appoggiarsi a Maya più come un aiuto, che come si farebbe con una compagna.
E di questo ne parleremo nel prossimo scambio, al momento giusto.
Ti abbraccio e a prestissimo.

Recensore Master
14/07/22, ore 09:34
Cap. 13:

Ciao crazyfred. Quando ho letto del pacco ho subito immaginato che Maya avesse mandato indietro ad Alex le sue cose. Ho letto con interesse quanto scritto riguardo Alex nella prima parte del capitolo e mi sono immersa nel suo stato d'animo attraverso le tue parole. Alex dovrebbe far chiarezza nella sua anima ma la presenza di Claudia non aiuta, la avverto davvero come un pericolo. Poi il confronto tra Maya e Alex. La ragazza decide di andarsene e posso comprendere la sua decisione. Emblematico quando ha detto: "tu hai solo bisogno." Maya ha detto la veritá ad Alice ed é stato bello leggere di quell'abbraccio nel finale. Vedremo come si evolverá la situazione tra Maya e Alex. Al prossimo capitolo. Un caro saluto.
(Recensione modificata il 14/07/2022 - 09:35 am)

Nuovo recensore
14/07/22, ore 00:42
Cap. 14:

Ovviamente Emma è Francesco in ogni dove ☺️☺️☺️e questa cosa mi piace molto. Questa storia mi piace molto e spero facciano pace Maya e Alessandro. Aspetto anche la seconda parte dell'altra storia.

Nuovo recensore
08/07/22, ore 22:28
Cap. 13:

Ciao fred😊 entrambbe stanno soffrendo 🤧🤧 forse la lontananza un po gli aiuterà a capire perché si stavano perdendo e se vale la pena combattere l una per l altra e se davvero non possono fare meno l una dell altra. E se sarà così non potranno stare lontano ancora allungo😉 spero che alex trovi un po per riconquistare la fiducia di Maya.❤❤ sempre bello leggere rimanere in suspanse😉

Nuovo recensore
08/07/22, ore 21:49
Cap. 12:

Ciao fred😊 dopo aver letto questa e stata la mia faccia 😱😱😱😱😱😱😱 però sto dalla parte di maya. Lei vuole solo più attenzioni che si confida con lei che la facesse sentire parte della sua vita. Non un ripiego quando ha 5 minuti per lei. Come al solito i maschi non si accorgono mai di niente finché la ragazza non scoppia. 😭😭 purtroppo certe decisioni vanno prese anche se fa male. Forse l unico modo per capirlo devono rischiare di perdere la persona che ami.

[Precedente] 1 2 3 4 [Prossimo]