Recensioni per
Se io potessi scrivere tutto, farei stupire il mondo
di Adeia Di Elferas

Questa storia ha ottenuto 1104 recensioni.
Positive : 1104
Neutre o critiche: 0


Devi essere loggato per recensire.
Registrati o fai il login.
Recensore Master
02/07/22, ore 04:49

Buongiorno
Dunque nel frattempo seguiamo la fine dei signori di Camerino.
Certo che per uomini di grande esperienza ed abilità, come in questo caso, l'umiliazione doveva essere tremenda.
Per fortuna tra tutta questa sofferenza ora Caterina, che fu tra i primi a soffrire, può stare un po' tranquilla.

Recensore Master
27/06/22, ore 04:54

Buongiorno
Per fortuna non tutti i parenti sono serpenti e anzi alcuni possono essere anche validi alleati e punti da cui ripartire.
Un capitolo molto tranquillo e gradevole da leggere.

Recensore Master

Buongiorno
Un capitolo tutto incentrato sulla Sforza e i suoi figli .
Figli maggiori che, nonostante il tempo passi, restano sempre come erano.
Ottaviano primogenito in effetti è stata una grande sfortuna per la madre....

Recensore Master
16/06/22, ore 05:10

Buongiorno
Cesare è ancora alle prese coi suoi problemi e la gelosia verso la sorella...
Intanto c'è chi medita già su come riprendersi ciò che ha perso.
Lucrezia a Ferrara è in difficoltà, poverina.

Recensore Master
08/06/22, ore 04:44

Buongiorno
Bene bene, la gravidanza procede e il futuro sposo vuole a tutti i costi evitare un contatto con i fratelli di Bianca.
Tutti cercano di spiare, allora noto che questo non è solo un male recente, mai fidarsi di nessuno.

Recensore Master
02/06/22, ore 05:26

Buongiorno
Inutile la resistenza della Sforza nei confronti della Medici, questa volta così come le altre si vede la sua sincerità e ci vuole molto coraggio per voler rimediare a una sbaglio passato e chiedere scusa. Moltissimo. Una brava persona, davvero.

Buongiorno
Tutti tramano, tutti desiderano qualcosa. Anche se sembra che ormai ci sia un desiderio alquanto comune !
Vediamo come si conclude questo colloquio presso il re.
Tuttavia, sembra che lui sia solo un burattinaio.

Recensore Master
17/05/22, ore 04:53

Buongiorno
Almeno si è sfogata un po'... Ormai da che tutti , per motivi differenti, hanno il desiderio di tenerla bloccata lì... Non c'è niente da fare, per ora...

Buongiorno
L'importante in effetti è crederci... Penso che questo sia il motto del capitolo...
Credono tutti di poter fare molto e di avere molti spiragli aperti, ma solo se i Borgia cadranno. Ma a quel punto bisognerà essere bravi a rimpossessarsi di tutto.

Recensore Master
30/04/22, ore 05:39

Buongiorno
Cesare corre dalla sorella e se ne frega della sua guerra. Strano questo rapporto, in fondo Cesare non si è mai interessato di nessun altro, ha sempre solo fatto il suo interesse... Per lo meno alla sorella era legato... Giusto a lei...
Voci sul ritorno della Sforza in Romagna, tuttavia solo voci per ora.

Recensore Master

Buongiorno
Mai un momento di pace, la Sforza ha parte della sua stessa famiglia da seguire alla stregua di un nemico e gli affari sono affari.
È il momento di iniziare a fare qualcosa, con Firenze in difficoltà le attenzioni verso lei diminuiscono.

Recensore Master
21/04/22, ore 05:26

Buongiorno
Sembra che l'inizio dell'invasione sia stato respinto, ma da parte di Cesare al momento non c'è troppa preoccupazione. Certo che era uno anche in grado di aspettare, in guerra.
Per la Sforza, la cattività prosegue tra piccoli alti e piccoli bassi.

Recensore Master
13/04/22, ore 05:16

Buongiorno
Sono capitoli di forte attesa per una imminente invasione.
Al picco del fenomeno borgiano, la Sforza cerca di fare il possibile per lei e la sua cucciolata.

Buongiorno
Spinti dall'avanzata irrefrenabile dei Borgia, tutti i personaggi di questo capitolo si ritrovano ad affrontare addii e paure.
Sarà dura per tutti anche questa volta...

Povera Maria Giovanna! Già il marito non la amava, ora che ha partorito una femmina è ancora peggio. Per di più costretta a muoversi subito dopo il parto. Welcome setticemia e febbre puerperale.
Se ho letto bene la pagina di Venanzio su Wikipedia, lei ha partorito l'ultima figlia, Porzia, poi nel 1503 Venenazio le fa il favore di tirare le zampette grazie a Michelotto.


Anche Caterina non se la passa bene, le manca solo una malattia per ricordarsi ciclicamente del Valentinos. Spero sia solo malaria. Anche per la salute del suo amante

Era davvero difficile essere una donna all'epoca.
Mi è piaciuto davvero molto il confronto tra Caterina e Bianca, quasi madre anche lei. Ancora oggi si pensa che una madre debba subito amare il suo bambino, non si possa sentire stanca o inadatta o spaventata. O che una donna debba volere figli.
Certo, all'epoca avere figli era una necessità per portare avanti il cognome nobiliare, e qualcosa che la donna non poteva scegliere o controllare (gli anticoncezionali erano di dubbia efficacia, l'aborto molto rischioso)
Caterina ha avuto tutti quei figli per volontà del marito (e che pezzo di marito) e, se ben ricordo, aveva pensato anche ad assumere qualche pozione per "risolvere" - lo aveva fatto con la gravidanza di Livio?
Quindi ho apprezzato molto la frase di Bianca sul fatto che Caterina avesse avuto bisogno di tempo per amarla e ci sarebbe voluto tempo anche per Livio.
Penso che entrambe sentiranno la mancanza l'una dell'altra - sopratutto Caterina, Bianca è stata un'ottima consigliera, e non gliene restano altri oltre al Fortunati che però può essere condizionato dai sentimenti per lei.


Ho esultato nel leggere del Popolano caduto malato per terra, ma ahimè non ce lo leveremo dalle scatole, vero?
(Recensione modificata il 05/04/2022 - 09:14 pm)